Juventus-Napoli, rinviata la decisione sul 3-0 a tavolino

Juventus-Napoli e la non disputa della gara ha lasciato degli strascichi anche in questi giorni. Colpa del Napoli o della Juventus? Colpa della Lega Serie A e di un protocollo poco chiaro o colpa dell’Asl di Napoli? Quello che è certo è che neppure oggi dovrebbe essere il giorno buono per la decisione del Giudice Sportivo in merito a Juventus-Napoli e il rischio dello 3-0 a tavolino.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Al momento c’è un’indagine in corso della FIGC  sull’eventuale violazione nella gestione delle positività da parte del club azzurro. Il Napoli ha già inviato alla procura una relazione che spiega come tutte le procedure siano state rispettate: il protocollo prevede una “struttura concordata” dove andare in ritiro in seguito alla positività di un tesserato ma, previa richiesta alla ASL di competenza, può essere emesso un permesso per trascorrere la quarantena in casa. La procura Figc dovrà capire se questo iter è stato seguito alla lettera del club dopo la prima positività di Zielinski.

Non è escluso che l’indagine si allarghi e verifichi se anche le altre squadre che hanno riscontrato positività tra i tesserati in queste settimane abbiano effettivamente seguito il protocollo alla perfezione. Se per il Napoli, o altri club, venissero riscontrate mancanze nell’applicazione dell’iter, scatterebbero le sanzioni che vanno dalla diffida alla penalizzazione. Per questo, anche se non scattasse il 3-0 a tavolino e la partita dovesse essere giocata, il Napoli rischierebbe comunque di essere penalizzato di uno o più punti.