Campania, De Luca: “Oltre 700 nuovi positivi, quasi tutti asintomatici, non escludo chiusura della Regione”

Schietto come al solito, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, recentemente rieletto, ha anticipato il bollettino della regione sui nuovi positivi al Covid-19, in grande incremento in tutto il paese, in particolare al sud, zona che a lungo è stata “al riparo” da un numero di positivi durante la prima ondata.

Possibile nuova chiusura

Da sempre noto per le misure particolarmente rigide contro il Covid, De Luca ha annunciato che la prospettiva di una nuova chiusura da parte dell’intera regione Campania non è esclusa, visto l’incremento odierno che ha superato i 700 nuovi casi. Il governatore ha parlato di situazione temporaneamente sotto controllo ma che bisogna prepararsi in anticipo per gli interventi che probabilmente saranno necessari da qui a un mese un mese e mezzo: “Si prenderanno tutte le decisioni necessarie, non le più comode, ma quelle più necessarie per tutelare la sicurezza delle nostre famiglie. Tutto dipende dall’evoluzione del contagio”. Il governatore ha annunciato che gran parte dei nuovi contagiati è asintomatico, ossia circa il 90-95 %.

Terapie intensive

De Luca si è anche soffermato sulla questione terapie intensive: “Il nostro obiettivo, è di avere il triplo di terapie intensive attrezzate, sia perché abbiamo più contagi sia perché avremo l’influenza e poi c’è l’anno scolastico che è ripreso. Lavoriamo, quindi, per avere 500 posti letto di terapia intensiva pronti, compresi quelli dei Covid Center, mentre sono già disponibili 120 posti supplementari ed ha promesso l’arrivo di nuovi ventilatori polmonari.