Nainggolan al Cagliari, ilds Carta svela: “Abbiamo dovuto fermare Giulini”

www.imagephotoagency.it

Nainggolan al Cagliari – Uno dei tormentoni di questa estate: il passaggio di Nainggolan al Cagliari. Il club sardo ci ha provato in tutti i modi a convincere l’Inter a lasciar partire il centrocampista belga, ma alla fine, nonostante le incessanti trattative, un accordo non è stato trovato e il centrocampista ex Roma rimarrà almeno fino a gennaio a Milano, in nerazzurro.


Su Giornal.it Calciomercato LIVE ogni giorno con tutte le notizie più importanti e gli aggiornamenti più eclatanti.
DAL NOSTRO NETWORK


A raccontare la trattativa sfumata con il Ninja è Pierluigi Carta, direttore sportivo del Cagliari: “Siamo molto dispiaciuti – ha raccontato il ds durante la conferenza stampa di Ounas –  Le attese erano alte ed eravamo convinti di poter chiudere. Alle 17.15 ha squillato il cellulare di Giulini ed era l’Inter. Lui era sicuro di farla. Ma dopo 15-20 minuti l’ho visto amareggiato e sconsolato come non mai perché non c’erano i presupposti per il ritorno del centrocampista”. 

Alla fine ha prevalso la ragione sulla voglia di Gulini di riportare in Sardegna il centrocampista belga: “Nel frattempo ho ricevuto il via libera per Ounas. Il presidente non si è dato per vinto e ha provato fino all’ultimo per Nainggolan, ma alla fine abbiamo dovuto lasciare, con razionalità e non da tifosi, l’affare Nainggolan. Abbiamo fatto una scelta e abbiamo chiuso Ounas. Il Cagliari deve esistere e noi dobbiamo fare sempre la Serie A, se non avessimo frenato Giulini, forse anche sbagliando, avrebbe offerto più delle nostre possibilità per Radja“.

Trattativa rimandata a gennaio, forse:Se ci sono i presupposti la proveremo di nuovo la trattativa ma sono operazioni sempre complicate. Se ci saranno le condizioni la riprenderemo in mano. L’impressione è che l’Inter non se ne volesse privare. Le cifre per noi erano proibitive”, ha concluso il ds del Cagliari.