F1 News | E se RedBull acquistasse Honda?

(L to R): Toyoharu Tanabe (JPN) Honda Racing F1 Technical Director with Masashi Yamamoto (JPN) Honda Racing F1 Managing Director. 16.11.2019. Formula 1 World Championship, Rd 20, Brazilian Grand Prix, Sao Paulo, Brazil, Qualifying Day. - www.xpbimages.com, EMail: requests@xpbimages.com © Copyright: Batchelor / XPB Images

Anche se la Honda si ritirerà ufficialmente dalla Formula 1 alla fine della stagione 2021, potremmo continuare a parlare giapponese a Red Bull e AlphaTauri nel prossimo futuro.

Helmut Marko, consulente sportivo della Red Bull, ha riconosciuto che rilevare le strutture Honda F1 e tutto il personale che lo accompagna è la soluzione principale presa in considerazione dagli austriaci.

 

Tuttavia, ciò accadrà solo se e solo se la FIA accetterà di congelare lo sviluppo del motore per il 2022 come parte della politica di riduzione dei costi avviata dalla Formula 1.

“Tutti i produttori hanno il proprio team”, spiega Marko. Costruiscono il loro telaio e il loro set mano nella mano. Prima avevamo un motore e attorno ad esso abbiamo costruito il nostro telaio. Questo ha iniziato a cambiare con Honda ed è per questo che preferiamo la soluzione di ritiro del programma Honda “

“Ma, perché ciò accada, alcune cose di cui discuteremo, come un congelamento dei regolamenti sui motori dal 2022, dovrebbero essere efficaci”, ha detto l’austriaco. Se queste discussioni andranno bene, discuteremo con il management Honda e altri soggetti coinvolti in modo da poter preparare i motori a Milton Keynes. “

“Abbiamo diversi edifici e fabbriche a Milton Keynes e attualmente stiamo cercando di capire dove potremmo accogliere il programma dei motori. Crediamo che questa sia la soluzione migliore per restare competitivi. Al momento la differenza massima tra i motori è da 15 a 20 cavalli, tranne per la Ferrari che è un po ‘più lontana, ma mi aspetto che la raggiungano rapidamente. “