Oggi vertice per nuovo DPCM: le richieste delle Regioni e la posizione della Azzolina

Importante giorno per la gestione anti-Covid da parte del governo, che ha già annunciato nei giorni scorsi nuove misure per contrastare il rapido incremento dei nuovi contagi, verificatosi in maniera netta in gran parte d’Europa, e per scongiurare lo spettro di un nuovo lockdown totale, è stato indetto un incontro tra i vari ministri e rappresentanti delle regioni per le prossime ore.

Le richieste delle regioni

E’ stato già valutata una “stretta” su alcuni esercizi, ma il tutto verrà ratificato a breve e comunicato dal Premier Conte in serata: la richiesta più unanime che emerge è quella di mantenere le palestre attive, mentre c’è l’ok per la chiusura alle 24 dei locali. Il nodo sembra essere rappresentato dai Bar che potrebbero chiudere alle ore 21, nessun problema per i ristoranti. E’ in valutazione anche una chiusura di alcuni locali nelle zone più affollate del paese ad orari differenti.

Scuola

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina si è di nuovo schierata apertamente contro la decisone operata dal governatore della Campania Vincenzo De Luca, che per due settimane ha deciso di chiudere le scuole della regione. Intervistata poco fa da La Repubblica la ministra ha dichiarato: “La scuola resta in presenza perchè è fondamentale per tutti, dai più piccoli all’ultimo anno del secondo grado“. Insomma, la richiesta è di non procedere ad una chiusura delle scuole a livello nazionale, come anche confermato dalla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli che ha confermato piena disponibilità a potenziare il sistema scolastico dei trasporti: “Da parte nostra c’è massima disponibilità. Ci sono già 1.628 bus turistici in circolazione e siamo disponibili a potenziare il sistema del trasporto pubblico locale”.