Area di sgambamento per cani: tutte le regole da seguire per viverla al meglio

La aree di sgambamento per cani sono zone recintate all’interno del verde cittadino messe a disposizione, e in sicurezza, dall’amministrazione comunale per consentire ai proprietari dei cani di lasciare libero dal guinzaglio il proprio amico per effettuare attività motoria, di gioco e di socializzazione con gli altri esemplari. Sono aree molto importanti per il benessere dei cani specialmente nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri dove al diminuire del rischio data da una massiccia presenza di cani, corrisponde in genere l’aumento della pericolosità delle strade e il rischio di fuga del nostro compagno animale.

Area di sgambamento per cani: tutte le regole da seguire per viverla al meglio

Le aree di sgambamento cani sono zone comuni: questo significa che tutti gli utenti che la frequentano ne sono responsabili. Esistono ovviamente delle norme di costruzione e di messa in sicurezza che spettano all’amministrazione comunale, che deve attenersi a una serie di prescrizioni per aprire l’area di sgambamento. Una volta inaugurata e aperta, l’area di sgambamento è però un luogo dove il proprietario/conduttore del cane è l’unico responsabile di quanto accade al proprio animale e agli altri per causa sua. Occorre quindi essere estremamente presenti, ligi alle regole di utilizzo e a quelle non scritte di serena convivenza con gli altri utenti. Il regolamento ufficiale di utilizzo è generalmente affisso e segnalato sulla recinzione, ma arrivarci già sapendo quali saranno i comportamenti corretti da tenere è certamente preferibile.

All’interno dell’area di sgambamento devono essere introdotti cani in buona salute, in regola con le vaccinazioni e coi trattamenti antiparassitari, e dotati di microchip di riconoscimento. È buona norma che il cane abbia anche la medaglietta con le indicazioni del proprietario incise sopra. È bene evitare di introdurre cani femmina in calore, anche quando l’area è vuota: causerebbero un aumento dell’aggressività degli altri cani e lascerebbero il proprio odore generando eccitazione anche nei momenti successivi al loro passaggio. Non si possono introdurre nell’area cani poco socializzati, cani problematici e aggressivi, oppure in fase di malattia o convalescenza.

Una volta dentro l’area di sgambamento, abbiate cura di chiudere il cancello alle vostre spalle e lasciate sempre il cane libero dal guinzaglio. Tenerlo al guinzaglio all’interno è un errore perché il cane si potrebbe sentire costretto e guidato in una situazione in cui la libertà gli è fondamentale per spostarsi e gestire la propria socializzazione: anche in questo caso rischiate di aumentare l’aggressività del vostro cane. Anche nell’area di sgambamento vige sempre l’obbligo di raccolta delle deiezioni: siete tenuti ad alzare e smaltire i bisogni dei vostri cani per mantenere la pulizia del luogo. Spesso nelle aree di sgambamento è possibile trovare anche i sacchetti oltre ai cestini. Ricordate sempre che all’interno dell’area di sgambamento il cane è sempre e comunque sotto la vostra responsabilità: non distraetevi e rimanete sempre costantemente vigili sul suo comportamento, senza mai abbandonare il cane.

Se notate che il vostro cane si agita, abbaiando in modo forte e prolungato, oppure ha dei comportamenti di superiorità nei confronti degli altri nonostante segnali positivi da parte dei suoi compagni, portiamolo fuori finché non si sarà calmato. Per evitare il crearsi di competizione tra gli animali è bene non portare all’interno dell’area di sgambamento i giochi del cane, oppure qualsiasi tipo di cibo, anche umano, e premi da dargli, a meno che non si sia certi di essere soli: all’arrivo di un altro cane queste cose andranno riposte. Se il nostro cane prova a fare una buca, va fermato e la buca ricoperta per evitare infortuni agli altri utenti. Un altro errore da evitare assolutamente è prendere in braccio il proprio cane all’interno dell’area di sgambamento: diventerà agli occhi degli altri una preda da inseguire. Se abbiamo la sensazione che l’area sia troppo affollata, oppure indicazioni rispetto all’incompatibilità del nostro cane coi presenti, riflettiamo attentamente sulla possibilità di rinviare l’ingresso.