Torino, cosa succede ad Izzo? Giampaolo lo fa allenare a parte: ecco perché

Infortunio Izzo – In casa Torino tengono banco, oltre ai deludenti risultati di inizio stagione, le condizioni di Izzo. Da Longo fino a Giampaolo: quando il difensore viene spedito in tribuna, a posteriori compaiono sempre guai muscolari. E la sua assenza contro il Cagliari, in tal senso, è stata premonitrice.

Non convocato, infatti, per il match di domenica, ieri ha svolto lavoro personalizzato, per assorbire nel più breve tempo possibile un risentimento muscolare ai flessori della coscia destra. Il centrale classe ’92, che Giampaolo cercherà di modellare da laterale destro della difesa a quattro, già nella passata stagione aveva accusato delle problematiche di natura fisica durante la gestione Longo.

Infortunio Izzo: quando potrà rientrare in campo?

Fuori causa sia contro la Fiorentina che col Verona per un fastidio al ginocchio, poi out sempre a luglio contro la Roma per una botta rimediata durante la gara precedente contro la Spal. Per il Sassuolo può recuperare, sebbene le sue condizioni verranno monitorate. I tempi di recupero non sono certi.

Probabile che potremmo rivederlo tra i titolari a metà novembre, non primaGiampaolo vuole recuperarlo fisicamente per avere la certezza di non doverci rinunciare dopo poco tempo e inoltre gli servirà del tempo per “insegnagli” i suoi movimenti.