Morgan accusato di stalking replica:” Lo usano come guinzaglio-ricattatorio”

Morgan accusato di stalking
Morgan - giornal.it

Dopo tanto silenzio, Marco Castoldi, in arte Morgan, è tornato al centro di una questione di rilevante importanza. Il suo non è sicuramente un personaggio piatto, bensì un uomo controcorrente e anticonformista e proprio per questo non c’è mai un momento di pace per il cantante.



Nell’ultimo periodo ha ricevuto degli attacchi dal rapper Diablo Baby, attuale fidanzato di Jessica Mazzoli. Ex del cantante con cui ha concepito Lara. Insomma, è stato accusato di alcuni comportamenti ossessivi verso la madre di sua figlia. Ora ha finalmente risposto con un lungo messaggio tramite un lungo post.

Morgan accusato di stalking replica

Il rapper in questione, fidanzato con Jessica, è sbottato sui social accusando di un fatto davvero grave Morgan. Tutto questo è avvenuto sul web in cui si è mostrato davvero molto arrabbiato e schifato affermando di aver letto ciò che il cantante avrebbe scritto a lei. “Richieste inappropriate e messaggi sconci” le descrive così Diablo Baby accusandolo di perdere tempo per questo e di comportarsi come un padre.

Morgan accusato di stalking
Morgan e Jessica – giornal.it

Nel video in questione difende la sua compagna e comincia ad urlare fino ad arrivare a spaccare anche un bicchiere. Il tutto è stato supportato anche dalla stessa Jessica, confermando quindi la versione del rapper contro il cantautore. Dopo giorni di silenzio, Morgan accusato di staking replica, senza però citarli esplicitamente, parlando di questo tema delicato e di come un comportamento può essere travisato e letto come un gesto orribile.

Il cantante afferma:” Lo usano come guinzaglio-ricattatorio”

Non sono parole leggere quelle di Morgan che si difende dalle accuse che ha ricevuto dal ragazzo ventenne. Chiaro e conciso ha descritto di come, ai giorni nostri, sia così facile per alcune donne lasciare e sparire ovunque. Così da non dare la possibilità all’uomo di poter recuperare qualche contatto con la donna con cui hai provato dell’amore. Così su Instagram pubblica un post dove riporta il suo pensiero:” La società contemporanea abusa dello strumento giuridico dello stalking (alias persecuzione), molti uomini gentili romantici ed innocenti sono le vere vittime di donne crudeli, misantrope e spregiudicate (molto spesso borghesi, alto-borghesi, viziate) che lo usano come guinzaglio – ricattatorio.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco “Morgan” Castoldi (@morganofficial) in data: 23 Ott 2020 alle ore 1:58 PDT

Continua il suo discorso:” Il reato di stalking oggi va molto di moda. Uomini semplicemente innamorati e assolutamente privi del profilo psichico del persecutore vengono denunciati dopo che subiscono il no – contact da parte delle partner. E reagiscono in maniera scomposta nel tentativo di instaurare un contatto con chi è scomparso totalmente senza spiegazioni. Dopo un periodo atroce in cui hanno ricevuto negatività artificialmente creata e dosata, mirata al percorso di allontanamento forzato, che prosegue col taglio totale. Questo provoca loro un trauma profondo, lesivo della vita degli uomini i quali. Privi di strumenti disposti per affrontare ciò che sta rovinando loro la vita, non riescono a gestire il carico di sofferenza“.

Morgan conclude il suo discorso argomentando il suo pensiero così:” Tagliare completamente i contatti con il partner è una tecnica ampiamente diffusa in questi giorni. Eseguita con il supporto di una psicoterapeuta che probabilmente è la prima (ir)responsabile di una situazione che condurrà alla denuncia di stalking. Ultima fase e conclusione del percorso di disinnamoramento forzato che la donna moderna. Per il suo solo benessere e tornaconto, agisce in questi tempi, indisturbata, ritenendo legittimo massacrare e punire la persona (maschio) a cui fino a ieri ha detto ti amo”.