Fiorentina, Commisso conferma la fiducia a Iachini e spinge sulle infrastrutture

Fiorentina – Il presidente Rocco Commisso conferma la fiducia a mister Iachini e spinge sulla realizzazione delle infrastrutture per il club viola, centrali nel suo progetto di rilancio della società e della squadra. Il patron della società gigliata è stato intervistato oggi su Radio Rai, all’indomani della vittoria per 3-2 contro l’Udinese. Dopo la prova di ieri, buona dal punto di vista della realizzazione ma non esaltante per la tenuta difensiva della squadra, nell’ambiente si è tornato a parlare di fiducia a tempo per il mister: Commisso ha seccamente smentito.


Su Giornal.it Calciomercato LIVE ogni giorno con tutte le notizie più importanti e gli aggiornamenti più eclatanti.
DAL NOSTRO NETWORK




Fiorentina, Commisso conferma la fiducia a Iachini e spinge sulle infrastrutture

Il presidente della Fiorentina Commisso è stato sollecitato dagli intervistatori di Radio Rai proprio sulla fiducia a Iachini, questa la sua risposta con un accenno anche alle prossime partite: quella contro la Roma già gli ricorda un esonero: “Manderò via Iachini quando le squadre sotto di noi manderanno via prima i loro allenatori. Stiamo andando bene, le gare con Sampdoria e Spezia non mi son piaciute e quindi possiamo fare meglio. La prossima partita è contro il Padova in Coppa Italia, ci teniamo. Voglio andare allo stadio, le ultime partite contro la Roma non sono andate bene e a dicembre passato ho mandato via Montella dopo quella sconfitta. Ci tengo molto a questa partita, speriamo di vincere”. Nello stesso frangente il patron del club gigliato ha spiegato il suo ruolo nelle eventuali ingerenze tecniche sulla costruzione della squadra: “Io non ho mai consigliato giocatori, in tv ho visto Amrabat e ho suggerito di prenderlo. Su 75 operazioni che abbiamo fatto ho messo bocca solo su questa vicenda, comunque è mio dovere sapere cosa succede nell’agenda. Ho rispetto del lavoro di Pradè e Barone”.

Altra questione centrale è quella delle infrastrutture, sulle quali Commisso ha spiegato così di star spendendo molto tempo: “Sul centro sportivo le cose sono andate bene, siamo andati avanti con l’aiuto della pubblica amministrazione di Bagno a Ripoli. L’investimento sarà di circa 80 milioni, sarà il più bello e grande d’Italia. La Fiorentina è in perdita, per fortuna c’è la Mediacom in supporto. Stadio? Le opportunità di farlo come dico io a Campo di Marte sono scese, è vero che a Roma ci sarà un incontro. Domenica andrò nella capitale per la partita ma non per incontrare i politici. Io voglio investire su Firenze”.