Elisabetta Gregoraci una vita di segreti | La lettera di un suo ex

Elisabetta Gregoraci è ormai un personaggio molto discusso, proprio per questo è uscito fuori il discorso della sua vita che sembrerebbe essere piena di segreti. Se lei si è sempre affermata come libera e indipendente, sembrerebbe esserci invece qualcosa che la frena e da tempo la vincola in un certo stile di vita.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Ora che sta partecipando al Grande Fratello Vip ha affermato di essersi messa dei paletti semplicemente perché vista dal figlio Nathan Falco. Dopo varie pressioni da parte del gieffino Piepaolo Petrelli, che si è sempre dimostrato molto interessato alla showgirl, ha confessato l’esistenza di alcune cose che non possono essere dette in tv. Ma a venire a galla è stato un suo ex. Il quale ha deciso di svelare il modo in cui è stato trattato con una lunga lettera.

Elisabetta Gregoraci una vita di segreti

Si era mostrato pronta e determinata ad entrare nella Casa più spiata d’Italia, affermando anche di essere propensa nel tal caso avesse incontrato qualcuno che l’avrebbe colpita. Infatti in pochi giorni è nata un’amicizia molto importante con il modello Pierpaolo PetrellI. Nel tempo, almeno per lui, si è trasformato in qualcosa di più. Qualcosa però non va ed Elisabetta sembra lasciarsi andare in un momento e in diretta smentire qualsiasi cosa li possa etichettare come qualcosa in più di semplice affetto.

In più vengono notati dei gesti strani da parte della gieffina. Questo accade ogni qualvolta si parli di loro due, come per dare un segnale ad una persona fuori. Interrogata riguardo questo ha affermato semplicemente di essere d’accordo con il suo gruppo di amici e amiche, un modo per dire “vi sto pensando”. Ma questa cosa ha solo alimentato l’dea che ci sia qualcuno fuori dato anche le sue risposte molto vaghe al riguardo. Ma a svelarci qualcosa di molto serio ed importante è stato proprio un suo ex, Mino Magli che ha parlato di un certo tipo di accordo tra Elisabetta Gregoraci e il suo ex marito Flavio Briatore. Leggiamola insieme.

La lettera di un suo ex

Che la showgirl nasconda qualcosa sembra essere chiaro agli occhi di tutti, ma mai avremmo pensato a qualcosa di questo genere. Mino Magli ha affermato di aver avuto una relazione con lei dal 2001 fino al 2007 nel programma Live Non è la D’Urso. Mentre nelle pagine di Oggi è stata riportata la lettera che ha scritto alla diretta interessata rivelando alcuni particolari molto molto duri. Inizia così:” Il primo tradimento è quello fisico e sentimentale, quello alimentato e nutrito dalle tue menzogne ogni qualvolta dichiaravi tutta la tua onestà, la tua lealtà ed il tuo amore per me, quello in cui asserivi che tra te e Flavio non vi era che una semplice amicizia. Solo oggi, amareggiato scopro di aver fatto parte di un popolato condominio.”

Continua con il suo discorso:” Il secondo, quello che brucia a distanza di 13 anni, il peggiore in assoluto. È quello di aver partecipato ignaro ad un piano da te abilmente studiato a tavolino. Un piano che mi ha reso complice delle tue menzogne quando ripetutamente mi rinnegavi spacciandomi per il fidanzato di tua cugina. Ho, ingenuamente, sempre creduto in quello che dicevi, mi sembrava sincera quella ragazza fuggita dalla Calabria in cerca di un futuro migliore. Mi sembrava amore il tuo quando, tornata dal tuo viaggio in Kenya nel 2006, nonostante già flirtassi con Briatore, mi preparasti una cenetta a lume di candela e mi dicesti:’ Mino ti prego non mi dire niente, stiamo solo insieme, del resto parleremo dopo’”.

“[…] Ho capito di essere stato solo un numero nella vita di Elisabetta Gregoraci. Sono stato vittima delle sue bugie, bugie che non avevano motivo di esistere. Perché dall’alto della mia esperienza, avrei compreso tutto, anche la sua sfrenata voglia di affermarsi. Quello che invece non posso comprendere sono gli atteggiamenti seriali che continua a mettere in campo nascondendosi dietro un vittimismo che non può ostentare, è un fatto di onestà intellettuale. Io in quel periodo, per lei ho perso una grande donna, una donna che mia amava sopra ogni cosa. Di questa mia stupidità mi ritengo l’unico responsabile nel non aver letto a pieno la vera natura di Elisabetta. Le auguro una vita ricca, come piace a lei”.