Mangiare zenzero crudo: attenzione, ecco cosa succede!

Lo zenzero è un rizoma ricco di benefici. Con proprietà conosciute fin da tempi molto antichi, è utilizzato in cucina e nella medicina naturale. Se sei qui, molto probabilmente ti stai chiedendo cosa succede a mangiare zenzero crudo. Nelle prossime righe di questo articolo, puoi trovare la risposta.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Cosa succede quando si mangia zenzero crudo?

Mangiare zenzero crudo è una scelta a dir poco speciale per la salute. Questo rizoma, infatti, è fonte di diversi principi nutritivi importanti, tra i quali è possibile citare la vitamina C o acido ascorbico, fondamentale per tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi e per migliorare l’efficienza del sistema immunitario.

Lo zenzero è ricco anche di vitamina E o tocoferolo, fondamentale per prevenire l’invecchiamento precoce della pelle. Il rizoma è caratterizzato pure dalla presenza di vitamine del gruppo B, tra le quali è possibile citare la niacina, la riboflavina, la tiamina, la cui assunzione è cruciale per mantenere efficiente il metabolismo.

Non c’è che dire: lo zenzero è davvero un concentrato di benefici, tra i quali è possibile citare l’efficacia antinfiammatoria. Carminativo e antimicrobico, è contraddistinto dal contenuto di gingeroli, che hanno la capacità di migliorare la motilità intestinale.

Entrando nel vivo di questi ultimi, facciamo presente l’esistenza dello zingerone che, come evidenziato da diversi studi, sarebbe in grado di contrastare la diarrea causata dal batterio Escherichia coli.

Chi mangia zenzero crudo può altresì apprezzare i benefici della vitamina K, fondamentale per la buona coagulazione del sangue. Questo rizoma viene impiegato nche quando sussiste la necessità di contrastare il senso di nausea. Si tratta infatti di un prezioso toccasana per chi soffre di mal d’auto.

Chi lo mangia crudo può anche sceglierlo come ingrediente principale per la preparazione di infusi e decotti. Basta un pentolino di acqua bollente nel quale mettere in infusione 3/4 scaglie di zenzero e il gioco è fatto: uno dei più straordinari rimedi naturali contro il raffreddore è bello che pronto.

Attenzione, però: anche se l’assunzione di zenzero crudo è associata a numerosi benefici per la salute, non bisogna dimenticare le controindicazioni. Tra queste è possibile citare l’assunzione di farmaci anticoagulanti, la cui azione può risultare potenziata. Inoltre, lo zenzero può interferire con l’efficacia di medicinali come la ciclosporina e gli antidiabetici, per non parlare degli antipertensivi. Facciamo altresì presente che non è consigliato il suo consumo in gravidanza. Alla luce di ciò, in caso di dubbi è bene chiedere al medico.