Da noi… a ruota libera – Anticipazioni 8 novembre – Gli ospiti

Da noi… a ruota libera si prepara ad una nuova puntata che andrà in onda su Rai 1 nel pomeriggio di oggi, 8 novembre 2020, subito dopo il programma di Mara Venier. Alla guida ancora una volta Francesca Fialdini, che accoglierà due ospiti super importanti.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Le anticipazioni di Da noi… a ruota libera ci confermano la presenza di Beppe Fiorello, prossimo al ritorno in tv con una nuova fiction. Spazio anche a Lino Banfi, il nonno Felice che gli italiani hanno amato grazie a Un medico in famiglia.

Da noi… a ruota libera, anticipazioni 8 novembre 2020

Beppe Fiorello ha deciso di parlare ancora una volta de Gli orologi del Diavolo, la fiction che debutterà domani sul primo canale dell’emittente pubblica. A causa della scomparsa di Gigi Proietti, il network infatti ha deciso di slittare la messa in onda di una settimana. In questa nuova occasione televisiva, il fratello di Rosario interpreterà Marco Merani. Un personaggio ispirato a Gianfranco Franciosi, “Un uomo comune alle prese con qualcosa di assai più grande di lui. Io, lo ammetto, non avrei mai avuto il suo coraggio”, ha confessato a VeroTV. Per l’attore si tratta inoltre di un lavoro inedito, visto che negli anni scorsi ha partecipato solo a miniserie con puntate ridotte. Anche per via dell’opinione dell’ambiente cinematografico, che da sempre guarderebbe con il naso storto gli artisti televisivi.

Le anticipazioni di Da noi… a ruota libera accendono le luci anche su Lino Banfi. Il noto attore pugliese ha collezionato diversi successi nel corso della sua fiorente carriera. Al di là delle telecamere, l’artista nato con il nome di Pasquale Zagaria ha speso tempo e forze a favore dei bambini. Nel 2000 infatti è stato nominato Goodwill Ambassador Unicef, ha visitato i campi profughi in Eritrea e tre anni dopo è andato in missione ad Angola. Le iniziative solidali sono proseguite poi fino al 2011. In merito alla recente quarantena, ha rivelato a Sardegna Reporter di aver vissuto una prima fase di rassegnazione e poi di essersi rimesso in moto con il lavoro. “Girando due nuovi film, uno con Ronn Moss e uno che sto girando in questi giorni a Bologna, proprio sugli anziani in una Rsa, che si intitola Simpatiche canaglie“.