Attenzione a mangiare la mortadella: ecco cosa può accadere

La mortadella è uno dei salumi più apprezzati in assoluto. Tra i simboli della gastronomia italiana e bolognese in particolare, è caratterizzata dalla presenza di diversi aromi. Se vuoi scoprire cosa succede a mangiare la mortadella, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare tutte le informazioni in merito.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Mortadella: i benefici

Quando si parla dei benefici della mortadella, è il caso di fare presente che, nonostante quello che spesso si ricorda, non è assolutamente troppo ricca di grassi. Per questo aspetto positivo bisogna dire grazie all’accurata selezione delle materie prime, carni bovine quasi tutte di provenienza italiana.

Inoltre, la mortadella è totalmente caratterizzata dal ricorso a ingredienti naturali, tra i quali è possibile citare i pistacchi. Tornando un attimo ai tagli di carni utilizzati per produrre la mortadella secondo il disciplinare previsto dalla normativa vigente, facciamo presente che sono tutti molto magri.

Giusto per fare un esempio, ricordiamo che, per produrre questo straordinario insaccato, viene utilizzata la spalla. Tra gli altri tagli, troviamo la trippa. Il poco grasso presente è di altissima qualità e proveniente dalla gola del maiale.

Quando si parla dei benefici della mortadella, è il caso di citare anche la presenza di proteine nobili, fondamentali per mantenere la massa magra e per tenere sotto controllo l’appetito.

Cosa succede al corpo quando si mangia la mortadella?

Cosa succede al corpo quando si mangia la mortadella? La prima cosa da ricordare è che, nonostante i luoghi comuni che spesso si rincorrono, questo insaccato non è una fonte di colesterolo a dosi pericolose.

Per capirlo, facciamo presente che, nella carne bianca, consigliata da tantissimi esperti di alimentazione quando stilano piani alimentari dimagranti a chi non vuole o non può rinunciare alle proteine animali, sono presenti circa 70 mg di colesterolo all’etto. Ecco, nella mortadella è possibile trovare la medesima quantità di colesterolo.

Attenzione, nel momento in cui si ha intenzione di inserire questo insaccato nella propria dieta, è opportuno fare attenzione alla qualità. Il rischio, in caso contrario, è quello di portare in tavola mortadella troppo ricca di polifosfati.

Come già detto, nel momento in cui si parla di mortadella di vera qualità si ha a che fare solo con ingredienti naturali. Ecco quali: carne di suino, aromi naturali, spezie. Chiaro è che la mortadella fa molto meno male di quanto si dice in giro. Come in tutti i casi, quando si parla di alimentazione è oportuno mettere in primo piano il giusto mezzo, evitando di esagerare.