Cosa succede quando mangi broccoli? La risposta ti sorprenderà!

Cosa succede quando mangi broccoli? Se ti stai facendo questa domanda, l’articolo che puoi trovare nelle prossime righe è la risposta perfetta.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Broccoli: perché fanno bene

I broccoli, ortaggi appartenenti alla famiglia delle Crucifere, si contraddistinguono per diversi benefici. Quando li si nomina, è innanzitutto necessario ricordare il loro basso apporto energetico. Per 100 grammi di prodotto, parliamo infatti di poco più di 30 calorie.

Inoltre, i broccoli sono un boost per l’idratazione. Giusto per dare qualche numero in merito, facciamo presente che in un etto di questo ortaggio è possibile trovare quasi 89 grammi d’acqua.

I motivi per cui vale la pena introdurli nella dieta non finiscono certo qui! Quando si parla degli effetti dei broccoli sulla salute, è infatti necessario rammentare la centralità delle fibre. Questi nutrienti speciali – in un etto di broccolo possiamo trovarne 2,6 grammi – sono importantissimi per l’efficienza intestinale.

Inoltre, grazie alle fibre, è possibile apprezzare un altro aspetto cruciale per la salute. Di cosa stiamo parlando? Del rallentamento dell’assorbimento di zuccheri e colesterolo alimentare, fondamentale per prevenire il diabete e le patologie cardiovascolari.

Come non citare poi le ripercussioni positive relative al contrasto dell’attività dei radicali liberi? Per questo beneficio bisogna dire grazie alla vitamina C, considerata anche preziosa per il sistema immunitario, e alla vitamina E, essenziale per prevenire i processi di invecchiamento precoce della pelle.

Altri benefici

Le Crucifere sono un concentrato di proprietà straordinarie per la salute e il caso dei broccoli lo dimostra alla perfezione. Quando ti chiedi cosa succede se mangi broccoli, devi infatti tenere conto anche degli effetti di diversi minerali preziosi per la salute, come per esempio il fosforo, la cui assunzione aiuta a trasformare in energia il cibo che assumiamo.

Degna di nota è anche la presenza di potassio, essenziale per migliorare la regolarità della pressione arteriosa e, di riflesso, per proteggere la salute del cuore. I broccoli sono anche un’ottima fonte di calcio, fondamentale per il benessere delle ossa e dei denti, ma anche di zinco, di ferro, di manganese e dell’antiossidante selenio.

Disponibili soprattutto nell’arco di tempo che va da settembre a marzo, contengono anche vitamina K, essenziale per la buona coagulazione del sangue. Oggi come oggi, non sono stati registrati casi di loro interazioni con i farmaci.

Fondamentale è ricordare che vanno consumati con moderazione nei casi in cui si ha a che fare con problemi di tiroide. Per il resto, come vedi sono super e, ottima notizia, possono essere consumati anche crudi!