Elezioni USA, Biden conquista anche Georgia e Arizona: quota 306 grandi elettori raggiunta. Prima telefonata con Conte

I risultati finali relativi alle elezioni negli Stati Uniti sono pressochè ufficiali: il presidente eletto Joe Biden, annunciato dai media degli States diversi giorni fa, aveva di fatto conquistato la vittoria dopo i risultati in Pennsylvania, definito uno degli stati chiave per l’elezione alla Casa Bianca, e gli ultimi conteggi ultimati da poche ore danno al candidato dem la vittoria anche in Arizona e Georgia, stato che dal dopoguerra ad oggi (con la sola eccezione del 1992, quando diede fiducia a Bill Clinton) è stato sempre nelle mani dei repubblicani. Come comunicato da CNN, in totale Biden ha conquistato 306 grandi elettori (270 rappresentano la quota minima per diventare Presidente) contro i 232 del tycoon, esattamente lo stesso risultato del 2016 ma a parti inverse, dove era stato proprio Trump a battere la Clinton per 306 a 232.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Riconteggi

Al netto delle proteste di Trump, che ha da subito parlato di brogli, elezioni poco chiare, dichiarandosi vincitore prima della fase finale dello scrutinio, partirà presto il riconteggio dei voti in alcuni stati, misura che scatta in automatico qualora il margine di vittoria sia particolarmente risibile, come la Georgia che per ora è l’unico stato ad ufficializzare il riconteggio, avendo Biden vinto per 0.25 punti percentuali. Più difficile quello in Pennsylvania visto che il margine è superiore al requisito minimo (Biden ha vinto con una percentuale di differenza di 0,7), mentre in Nevada le richieste da parte di Trump sono state già respinte, a causa di mancanza di prove da parte del tycoon.

Telefonata con Conte

Italia e Stati Uniti condividono le medesime priorità, Abbiamo molto da lavorare insieme” è quanto comunicato dal Premier Giuseppe Conte al futuro inquilino della Casa Bianca, in quello che è stata la prima telefonata tra Italia e Stati Uniti. Conte si è congratulato con Joe Bidn e con la vicepresidente Kamala Harris, e durante il colloquio sono  sono stati sottolineati i tradizionali, profondi legami di amicizia e alleanza fra i due Paesi.
È stata inoltre riaffermata la forte volontà di collaborare di fronte alle grandi sfide globali.