Guardiola rinnova con il City: partono subito le voci su Messi

Pep Guardiola ha firmato il suo rinnovo di contratto con il Manchester City. L’allenatore spagnolo sarà il tecnico della formazione inglese fino al 2023. La notizia spegne quindi le voci di qualsiasi trasferimento del catalano su altre panchine di club europei, inclusa quella della Juventus alla quale è stato lungamente accostato due estati fa. L’avventura di Guardiola alla guida dei Citizens prosegue, e c’è già chi parla di un avvicinamento al club inglese del giocatore che per eccellenza viene accostato al tecnico per i trascorsi comuni e vittoriosi al Barcelona.

Guardiola rinnova con il City: partono subito le voci su Messi

Guardiola firma il suo prolungamento di contratto con il Manchester City e partono subito le voci di un avvicinamento di Messi al club inglese. Ma andiamo con ordine: Guardiola resta nel club che ha già condotto ad otto titoli, anche se manca ancora la Champions League il più importante. In totale ha vinto 181 partite su 245 – una percentuale di vittorie del 73,87 percento – vincendo un titolo ogni 31 partite. Questa la sintesi delle sue parole in un messaggio diretto ai tifosi: “Sono molto più che felice di dirvi che starò con voi per altri due anni. Da quando sono arrivato al Manchester City mi sono sempre sentito il benvenuto. Da allora abbiamo ottenuto molto insieme. Ho tutto ciò che potrei desiderare per fare bene il mio lavoro e sono onorato dalla fiducia. La sfida per noi è continuare a migliorare ed evolverci, e sono molto entusiasta di aiutare il Manchester City a farlo”.

Dopo il tira e molla della scorsa estate, Messi nelle scorse ore è tornato a parlare di un certo malumore al Barcelona. “Sono stanco di essere sempre il problema di tutto nel Barcellona” ha risposto La Pulce ad un giornalista presente all’aeroporto di Barcelona al rientro dalla trasferta in SudAmerica con la nazionale argentina. Una frase che ha fatto discutere, ma venuta fuori per una questione “laterale”, e cioè la polemica su Griezmann. Ma oggi, con Messi che ha il contratto in scadenza nel 2021, e senza passi avanti concreti sul suo rinnovo, un addio dell’argentino a parametro zero per raggiungere Guardiola al City sembra tutt’altro che impossibile. Anche perché la proprietà del City ha le facoltà economiche per pagare lo stipendio di Messi, tanto più se non dovrà sborsare nulla per strapparlo al suo club.