Colesterolo: l’alimento speciale che aiuta ad abbassalo

Mangiare bene è fondamentale non solo per il peso, ma anche per la salute. Nel momento in cui poniamo sufficiente attenzione a quello che mangiamo, agiamo anche contro il colesterolo.



Esistono diversi alimenti che, se introdotti nella dieta, aiutano a tenerlo sotto controllo. Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo raccolto le informazioni su uno dei più efficaci.

Colesterolo: quale è davvero pericoloso?

Sostanza lipoidea naturalmente presente nel nostro corpo, il colesterolo quando raggiunge livelli eccessivi può rivelarsi dannoso. Questo vale soprattutto quando si parla di colesterolo LDL interessato da processi di ossidazione.

Nei casi in cui si ha a che fare con livelli di colesterolo LDL ossidato eccessivi, si parla di ipercolesterolemia. L’ipercolesterolemia è una condizione estremamente rischiosa per il cuore. Per tenerla sotto controllo, esistono diversi farmaci. Se si hanno problemi di colesterolo, la cosa giusta da fare è chiedere informazioni al proprio medico di fiducia.

In ogni caso, non bisogna mai dimenticare l‘alimentazione. Esistono diversi cibi che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Tra questi è possibile citare l’aglio. La sua efficacia a tal proposito è stata testimoniata da diversi studi scientifici, tra i quali è possibile citare un lavoro pubblicato online nel 2016 e condotto da un’equipe attiva presso l’Istituto Nazionale di Medicina Integrativa di Melbourne.

Per essere precisi, si tratta di una meta-analisi che ha preso in considerazione 20 studi scientifici, i quali hanno riguardato la situazione clinica di 970 pazienti. Gli esperti australiani hanno scoperto che l’assunzione di aglio può favorire una riduzione della pressione arteriosa sistolica e diastolica.

I benefici dell’aglio si concretizzano anche nella riduzione dei livelli di colesterolo LDL (questo cambiamento è stato riscontrato a seguito dell’assunzione di aglio per 2 mesi in soggetti con livelli di colesterolo LDL leggermente più alti del normale).

Il bello di questo studio e dell’aglio in sé riguarda il fatto che, per ottenere risultati importanti dal punto di vista della riduzione del colesterolo, non sono necessarie grandi quantità. Parliamo infatti di 1 grammo.

A questo punto, viene da chiedersi quali siano le altre indicazioni da seguire per un’alimentazione anti-colesterolo. Tra le dritte più utili in merito rientra il fatto di focalizzarsi su alimenti ricchi di grassi buoni, come per esempio gli omega 3, straordinari antiossidanti che possono essere trovati nell’avocado, nel salmone, nel tonno, nello sgombro. Da ridurre sono invece quelli saturi. Concludiamo l’importanza di non trascurare la costanza nell’esercizio fisico.