Cesare Cremonini combattere la schizofrenia | Un mostro dentro di sé

Cesare Cremonini combatte la schizofrenia
Cesare Cremonini - giornal.it

Uno dei cantanti più amati nella musica italiana è sicuramente Cesare Cremonini, il quale ha raccontato cosa vuol dire combattere la schizofrenia. Probabilmente questa cosa è nuova a tutti, visto che ne ha parlato solo di recente al Corriere della Sera in cui si è messo a nudo.



Dalla presa di consapevolezza del suo problema che lo accompagnava da tempo, soprattutto in un periodo molto particolare in cui per lui esisteva soltanto la musica e il lavoro. Era diventato un circolo vizioso incorniciato da abitudini sbagliate e poca cura verso la sua persona, così ad un certo punto ha capito di dover riprendere in mano la sua vita.

Cesare Cremonini combattere la schizofrenia

Il famoso ex leader dei Lunapop, grande ricordo della musica anni 90’ e 2000 che ancora oggi riempiono le case degli italiani con le loro canzoni, ha passato un periodo davvero buio. Ad oggi sta molto meglio, anche grazie alla sua fidanzata Martina di 21 anni con cui convive e con cui ha passato il periodo di lockdown. Ma nel suo passato vi è stato diverso tempo in cui Cesare si è dedicato completamente alla carriera dimenticando di curare la propria persona, sia fisicamente che umanamente. Qualcosa stava crescendo dentro di lui, lo sentiva nel petto come un estraneo che voleva per forza dire la sua, voleva uscire opprimendo il corpo del cantante.

Cesare Cremonini combatte la schizofrenia
attends the “Il Cuore Grande Delle Ragazze” premiere during the 6th International Rome Film Festival on November 1, 2011 in Rome, Italy.

Dopo anni in cui il suo unico pensiero era scrivere e produrre nuove canzoni i danni si sono fatti vedere. Infatti, mangiava tutti i giorni pizza, sia a pranzo che a cena, cosa che fa malissimo ed è arrivato a non tagliarsi i capelli e la barba. La sua, come afferma lui, per due anni è stata un’ossessione feroce verso la musica, così tanto da non farlo più muovere e addirittura non fare più l’amore, raggiungendo così la soglia dei cento chili. Ma fortunatamente un incontro ha fatto in modo che potesse essere aiutato per riequilibrare la sua salute fisica, ma soprattutto mentale, tornando ad essere il Cesare di sempre.

Un mostro dentro di sé

Un giorno per caso ha accompagnato un suo amico da uno psicologo e spinto dalla voglia di consapevolezza di cosa stava accadendo in lui ha deciso di iniziare un percorso. Così le sue paure, i suoi disagi, ciò che gli stringeva il petto ha finalmente trovato un nome: primo passo per riuscire ad uscirne. Cesare soffriva di schizofrenia, una psicosi le quali caratteristiche sono il delirio e la distorsione della realtà circostante, così da mostrarla alla persona in modo completamente differente. Così durante una sua seduta ha raccontato:” La sensazione fisica di avere dentro di me una figura a me estranea. Quasi ogni giorno, sempre più spesso, sentivo un mostro premere contro il petto, salire alla gola. Mi pareva quasi di vederlo. E lo psichiatra me lo fece vedere. L’immagine si trova anche su Internet. “È questo?”, chiese. Era quello”.

Cesare Cremonini combattere la schizofrenia
Cesare Cremonini – Giornal.it

Così, una volta dato il nome al suo malessere, ha deciso di riprendere la sua vita in mano liberandosi di quel mostro che lo tratteneva a fondo. Come prima cosa è uscito dallo studio di produzione e ha cominciato a fare lunghe passeggiate, così da perdere molti chili. E ha preso anche alcuni farmaci ma molto leggeri, per supportarlo nella sua ripresa. Così ha parlato il cantante:” Ho camminato per centinaia di chilometri. Ho scoperto i sentieri di collina. E mi sono ribellato all’eccesso di attenzione per tutto quel che proviamo, all’idea impossibile di poter esprimere ogni cosa, di comunicare questa slavina di emozioni da cui siamo colpiti”. Da questo periodo buio però ne è uscita una canzone stupenda, amatissima dal pubblico ed è proprio: Nessuno vuole essere Robin.