Questi cibi ti aiutano ad avere ossa più forti

Quello della fragilità ossea è un problema che non va assolutamente trascurato. Particolarmente frequente nelle donne dai 40 anni in poi – la svolta arriva però con la menopausa – per via della minor sintesi di calcio, richiede particolare attenzione a quello che si mangia.



Se sei qui, significa che ti stai facendo domande in merito ai cibi per ossa forti. Perfetto! Nelle prossime righe di questo articolo, puoi trovare diverse e preziose informazioni in merito.

Dieta per ossa forti: ecco cosa mangiare

Premettendo il fatto che, quando si parla di dieta per rafforzare le ossa, il punto di riferimento migliore rimangono comunque i consigli personalizzati del nutrizionista, facciamo presente che esistono diversi consigli, relativi sia allo stile di vita sia ai cibi, che valgono come base.

Cominciamo con il dire che per prendersi cura al meglio delle ossa è fondamentale mantenere un buon tono muscolare. La chiave è indubbiamente l’apporto proteico. Opportuno è concentrarsi sulle proteine nobili, contenute soprattutto in alimenti di origine animale come le uova, il latte, il pesce – soprattutto quelli piccoli come i latterini, i bianchetti e le acciughe – e la carne.

Soprattutto le uova vanno considerate come riferimento fondamentali quando si parla di fonti di proteine nobili. Quando le si nomina, è necessario ricordare anche la presenza di grassi omega-3, antiossidanti, antinfiammatori e alleati della saltue del cuore (inibiscono l’ossidazione del colesterolo LDL).

Ovviamente per mantenere un buon tono muscolare è cruciale pure l’esercizio fisico. Se non si è abituati non bisogna strafare. Anche mezz’ora al giorno di camminata a passo sostenuto va infatti benissimo.

Proseguendo con i consigli alimentari per chi vuole seguire una dieta per ossa forti, è doveroso un cenno alla frutta secca. Nel regime alimentare di chi vuole combattere la fragilità ossea dovrebbero trovare posto noci, nocciole, mandorle, pistacchi. Come gustarla? Le alternative sono diverse. Cosa ne dici, per esempio, di aggiungerla a un’insalata mista?

Come non citare poi l’importanza di consumare prodotti lattiero-caseari? Guardando al solo latte, ricordiamo che in una tazza sono contenuti 2,40 mg di calcio. Se non lo si ama, si può tranquillamente optare per lo yogurt. Alimento considerato tra le migliori alternative per una dieta sana, contiene tantissimo calcio. Questo vale soprattutto quando si parla di quello greco, caratterizzato da un importante contenuto di proteine e, in virtù dei processi di filtrazione speciali, da un basso apporto di grassi, in alcuni casi anche nullo.