Attenzione: questa abitudine mette a rischio la tua forma fisica

Lo smartphone fa parte della nostra vita sia in ambito privato, sia quando ci occuppiamo di lavoro. Considerato la propaggine della nostra mano, molto spesso è presente in situazioni in cui può rivelarsi solo dannoso. Tra queste, è possibile citare il consumo dei pasti. Guardare lo smartphone mentre si mangia può rivelarsi pericoloso per la linea. Se vuoi scoprire come mai e quali sono le testimonianze scientifiche in merito, leggi le prossime righe di questo articolo.

Mangiare usando lo smartphone: perché è pericoloso per la forma fisica

Mangiare mentre si utilizza lo smartphone è pericoloso perché, a lungo andare, ci si distrae troppo e si perde la percezione di quello che si stava facendo, con ovvia compromissione del controllo della quantità di cibo assunto.

Attenzione, però: non tutte le distrazioni tecnologiche hanno lo stesso effetto. Degno di nota al proposito è uno studio condotto da un’equipe attiva presso l’Università dell’Illinois e pubblicato sulle pagine del Journal of Nutrition.

Gli esperti in questione hanno preso in considerazione la situazione di 119 persone, divisi in due gruppi. Uno ha mangiato normalmente, mentre il secondo è stato invitato, in sede di consumo del pasto, a effettuare un test elettronico.

Al follow up, i ricercatori si sono trovati davanti a una scoperta molto interessante. I partecipanti che erano stati invitati a sottoporsi al test, alla fine dell’esperimento avevano mangiato meno cibo rispetto agli altri (i due gruppi sono stati messi davanti alla medesima quantità di alimenti, per la precisione tartine).

Il rovescio della medaglia di questo esperimento riguarda il fatto che, in nessun caso, i partecipanti al secondo gruppo sono stati in grado di dire quante e quali tartine avessero messo nel piatto.

Si tratta di un quadro che ci porta davanti chiaramente i pericoli della poca attenzione mentre si mangia: non sempre, infatti, i problemi di linea derivano dalla quantità di un determinato cibo, ma anche dalla sua qualità. Nel caso di questo esperimento, i partecipanti non hanno considerato né il primo né il secondo fattore.

Gli esperti che hanno commentato questo studio hanno posto l’accento sul fatto che il risultato è da ricondurre alla distrazione legata all’esecuzione del test, facendo presente che si tratta di un compito molto diverso rispetto alla preparazione della foto perfetta da postare su Instagram e sottolineando l’importanza di evitare gli automatismi che spingono a mangiare per motivi diversi dall’insorgenza di una sensazione di fame.