Federica Panicucci la presa di posizione:” Quando ti dice di no, è no”

Federica Panicucci nel suo programma Mattina 5 sul palinsesto Mediaset ha voluto esprimere il suo pensiero dimostrando pubblicamente la sua presa di posizione. Parliamo del caso Genovese, l’imprenditore che ha tenuto una ragazza in ostaggio in camera sua, dopo aver fatto festa, e l’ha stuprata per più di 24 ore trattandola come un suo personale gioco del piacere.

La ragazza è riuscita a scappare dopo ore estenuanti di maltrattamenti e dopo essere stata obbligata a fare abuso di droghe pesanti. Da lì il nuovo incubo, il racconto alla polizia e la paura di tutti e di tutto a causa dell’importante trauma che l’ha segnata. Così la conduttrice ha voluto ribadire che cosa voglia dire avere il consenso per procedere con un rapporto sessuale, indignata da quanto accaduto.

Federica Panicucci la presa di posizione

La conduttrice a Mattina 5 si occupa di diversi temi dell’attualità e la seconda parte del programma è stato interamente dedicato ai fatti di cronaca. Parliamo di quelli che ruotano intorno al caso di Alberto Genovese e i suoi festini privati. Proprio queste giravano intorno ad una grande quantità di alcol ma soprattutto di droghe pesanti. Organizzate proprio da lui, con la presenza di personaggi ambienti e famosi come imprenditori, calciatori, politici ecc. Situazione del genere miravano a far entrare diverse ragazze, anche giovanissime e forse inconsapevoli del pericolo. Queste dovevano essere modelle: alte, belle ma soprattutto disposte a “prestarsi”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mattino 5 (@mattino5tv)

 Questo è ciò che ha affermato una ragazza che si è trovata in feste del genere svelando anche dell’esistenza di gruppi tra modelle che vengono invitate. In questo caso stiamo parlando di una giovane di diciotto anni arrivata alla terrazza sentimento insieme ad una sua amica. Così da essere portata in camera di Genovese e da lì un incubo infinito dove è stata “usata” per dei giochi malati dell’imprenditore e obbligata a fare uso di droghe. Solo dopo più di ventiquattro ore riuscirà a scappare dalla stanza e dalla visione del suo sangue. Scappa con i primi vestiti che trova e con uno stivale solo. L’altro le verrà tirato da Alberto con una banconota da cento. Da settimane si parla quindi di questo caso, e tutti noi speriamo che la giustizia faccia il suo corso e dia una giusta e doverosa punizione.

La conduttrice:” Quando ti dice di no, è no”

Federica Panicucci non è riuscita a contenere la sua rabbia nei confronti di quanto accaduto. Ma anche generalmente riguardo il consenso a cui spesso e volentieri non viene dato il giusto valore da parte di uomini che se ne fregano e creano sempre più traumi alle povere ragazze che li incontrano. Così è scoppiata:” Bisogna ricordare a questa ragazza che quando una donna dice no è no e non ci sono alibi”. Continua in particolare di quanto accaduto a terrazza sentimento:” Non c’è il fatto di andare in una camera da letto, se una ragazza o una donna a un certo punto decide di dire no è no. Quando è no è no!

Federica Panicucci la presa di posizione
Federica Panicucci – Giornal.it

In più ha voluto leggere la lettera rilasciata dalla vittima stessa al giornalista Marco Oliva, la quale confessava di non riuscire più a fidarsi di nessuno e di non essere serena da nessuna parte. Ospite Paolo Giordano che ha commentato con la conduttrice l’accaduto, ma soprattutto le parole dell’amica della ragazza, dove si parlava di comportamenti “normali”. Così ha voluto esprimere il suo pensiero:” Sono sconvolto dall’uso che si fa della parola normale. La normalità è tutt’altro. Quello che queste persone indicano come uno scenario normale è un modo per assolvere la loro anormalità”.