Prezzi di farina e lievito: attenzione, ecco a quanto possono arrivare!

La fase iniziale della pandemia ha rappresentato qualcosa di totalmente nuovo, a causa dell’improvviso cambio di abitudini, dato l’improvviso arrivo del coronavirus che ha influito in modo pressochè totale sulle nostre vite, al punto da andare ad intaccare anche la nostra economia.
Quasi tutti abbiamo ancora a mente i supermercati presi compulsivamente d’assalto durante il primo periodo del lockdown durante la scorsa primavera: in vista di lunghi periodi da trascorrere tra le mura casalinghe, sono stati in tanti a fare incetta di beni a lunga conservazione e utili sopratutto per preparare diversi alimenti in casa.
Ecco perchè la pasta, lievito e farina, notoriamente prodotti considerati basilari, sono rapidamente spariti dagli scaffali.

Farina e lievito cercasi

La risposta economica non si è fatta attendere: anche se la situazione di “panico” è rientrata dopo poche settimane, la prima parte del 2020 ha fatto comunque registrare un aumento considerevole di farine e lievito nel nostro paese, generalmente una media tra il 35 e il 60 % rispetto alla media relativa allo scorso anno. Anche i prezzi sono aumentati del 7 %, e nonostante la situazione sembri tornata alla normalità, con la produzione che è ritornata sui livelli “standard”, la situazione covid non permetta ancora di ritornare ai livelli pre-pandemia (i prezzi delle farine sul mercato internazionale sono aumentati dal 15 e il 30%). In sostanza, qualora avreste la possibilità, è una buona idea fare scorta di vari tipi di farine, magari acquistandole all’ingrosso, così da scongiurare nuovi aumenti.