Orario pasti

Essere in forma è il sogno di tanti. A molti piacerebbe soprattutto mettersi in linea con poco sforzo ma questo non è sempre possibile! Se si vuole stare bene bisogna certamente seguire con rigore la dieta più adeguata alle proprie esigenze. Non bisogna poi dimenticare di associare a una corretta alimentazione anche dell’attività fisica. Un’altra cosa da ricordare sono gli orari dei pasti, che sono molto importanti. A che ora mangiare per stare bene? La verità lascia tutti senza parole.

A che ora mangiare

Ebbene sì, esistono degli orari prettamente indicati per consumare i pasti, stare bene e anche per non mettere su troppi kg. Rispettare le ore giuste significa assecondare i ritmi del proprio organismo. E’ quindi bene essere a conoscenza di quali siano i momenti migliori per fare colazione, pranzare e cenare. E c’è anche l’ora giusta per le verdure e per il dolce! Per quanto riguarda la colazione bisogna innanzitutto ricordare che questa non va mai saltata. La colazione è il pasto più importante della giornata perché fornisce all’organismo l’energia per affrontarla al meglio. A colazione ci si può concedere di più perché grassi e zuccheri si trasformano in energia che viene espulsa dal corpo e non va quindi ad accumularsi come adipe. L‘orario migliore per fare colazione è tra le 7 e le 8 del mattino.

L’ora giusta per il pranzo è invece verso l’una, mentre per la cena è tra le 18,30 e le 19,30. In tema di pasto serale è fondamentale ricordare di non alzarsi per mangiare di notte. Successivamente alla cena, il metabolismo è al minimo e l’apparato digerente non è pronto per elaborare il cibo. Gli ormoni della sazietà non sono attivi e il fegato non sa come gestire i grassi. Anche l’insulina, che regola i livelli degli zuccheri nel sangue, non si regola bene.

Dolci e verdure

E’ importante ricordare, e forse non tutti lo sanno, che esistono orari ideali anche per consumare nello specifico i dolci e le verdure. Per quanto riguarda i dolci, mangiarli all’ora giusta significa consumarli a colazione quindi, come abbiamo detto, nell’orario che va dalle 7 alle 8 del mattino. La spiegazione è molto semplice. Zuccheri e grassi nel corpo la mattina si trasformano in energie da bruciare nell’immediato per cui non si vanno ad accumulare come grassi e adipe corporeo. Se invece si mangiano i dolci la sera o dopo cena, la glicemia si alzerà, si ingrasserà e sarà più facile sviluppare malattie del metabolismo come il diabete.

Le verdure invece si possono consumare a pranzo e a cena prima delle portate principali quindi proprio all’inizio dei pasti. L’ordine in cui si consumano i cibi è molto importante e può fare la differenza anche nell’ambito del pasto stesso. L’abitudine più corretta che non tutti conoscono è iniziare a mangiare per prima la verdura. Perché questo? Il motivo è che mangiare prima i vegetali prolunga i tempi di assorbimento del glucosio ed evita la comparsa dei picchi glicemici e dell’insulina.

Comments are closed.