Vendere le monete online: attenzione a queste truffe!

Con il largo uso che pressochè ogni tipologia di utenti fa oramai della tecnologia, si sono moltiplicate anche il numero e le modalità di truffe online, sopratutto nel campo della compravendita degli oggetti di valore: questo accade in maniera non troppo dissimile alle truffe “vecchio stampo” ma adattate ad un contesto moderno, sopratutto nell’epoca delle restrizioni dovute al coronavirus che hanno visto un incremento ulteriore di questa tipologia di truffe.

Vendita monete

La vendita di oggetti apprezzati da una categoria non troppo restrittiva di persone, come le monete è da sempre molto inflazionata anche online, perchè va a “colpire” anche i meno giovani e quindi spesso maggiormente a rischio truffa. Spesso infatti gli autori di questi raggiri offrono monete antiche attraverso i social network (come Facebook) oppure siti specializzati alla vendita (come Subito.it). Un esempio lampante è un episodio accaduto alcune settimane fa nel nostro paese, dove un 31enne di Modena ha messo in vendita un set di monete antiche tramite un annuncio sui social, dove è riuscito a convincere un 37enne ad essere pagato tramite ricarica Postepay senza tuttavia ricevere niente in cambio.

Truffe da “acquirente”

Sopratutto tramite piattaforme come il già citato Subito.it si può incappare in numerosissmi acquirenti “farlocchi”, mascherati dietro email apparentemente realistiche di fantomatici danarosi investitori stranieri, che invitano a spedire l’oggetto venduto e poi effettuare un bonifico che non arriverà mai. Evitate quindi offerte troppo allettanti da parte di eventuali acquirenti interessati, sopratutto se offre di pagare dopo la spedizione.