Mangiare patate germogliate: attenzione, ecco cosa può succedere

Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di lasciare le patate in dispensa per molto tempo e vedere che sulla loro superficie sono cresciuti dei veri e propri germogli. Cosa bisogna fare in questi casi? E’ possibile mangiarle o vanno buttate?

In questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Mangiare patate germogliate

Mangiare patate germogliate non è una buona idea perché è possibile sviluppare una serie di sintomi dopo averle ingerite, sintomi come mal di pancia, diarrea e febbre. Questi sintomi derivano da un eccesso di una sostanza chiamata solanina, sostanza che le patate sviluppano quando iniziano a germogliare. L’eccesso di solanina determina una sorta di intossicazione che, nei casi più severi, può portare addirittura a una perdita di coscienza, a disturbi gastrici, a disturbi a carico dell’apparato respiratorio e del sistema cardiovascolare. Nei casi più lievi può capitare di avvertire una certa nausea anche dopo aver mangiato una sola patata germogliata.

Di conseguenza, sarebbe meglio evitare di mangiare le patate che presentano i germogli dato l’eccesso di solanina che presentano.

Cosa fare con le patate germogliate

Ovviamente può capitare di avere non una singola patata germogliata ma l’intero sacchetto di patate e, in questo caso, sarebbe davvero un peccato buttare via tutto. Quello che vi consigliamo è di utilizzare le patate come concime per la terra dei vasi delle nostre piante o all’interno di un compost se ne avete uno. Nel caso siate interessati a mettere le patate nei vasi, quello che potete fare per renderle meno ingombranti e frullarle in un mixer in modo da avere una bella poltiglia che andrà a mimetizzarsi con la terra del vaso.

Inoltre, esiste un piccolo trucchetto per evitare che le vostre patate germoglino.

Scopriamolo insieme nel paragrafo successivo!

Come evitare che le patate germoglino

Per evitare che le patate germoglino dobbiamo metterle, il più possibile, al riparo dalle fonti di luce e di calore, quindi in primis dal sole.

Quando acquistiamo le patate, sarebbe una buona abitudine quella di controllarne e dividerle in due sacchetti: in un sacchetto mettiamo le patate in buono stato e nell’altro quelle che presentano delle ammaccature e che andranno mangiate per prime in quanto più facili a una rapida germogliazione.

Un’altra accortezza che bisogna avere è quella di non lavare mai le patate se non intendiamo consumarle subito perchè una volta inumidite tenderanno a marcire con più rapidità. Altra cosa da evitare è di lasciare le patate all’aria dopo averle lavate e sbucciate, se lo fate infatti noterete che diventano subito più scure. Il consiglio, prima di procedere con la preparazione dei piatti a base di patate, è di lavarle per bene e di togliere la buccia e, ove questa presenti macchie verdi o germogli, inciderle più a fondo.

Il trucco delle mele

Un rimedio della nonna dice che inserire una mela insieme all’interno del contenitore in cui teniamo le patate farà in modo che queste ultime non germoglino. Si tratta di una sciocchezza? In realtà no, anzi c’è proprio una spiegazione chimica al riguardo.  Infatti le mele contengono etilene ed è proprio questa sostanza chimica che impedisce alle patate di germogliare.

Comments are closed.