Tiziano Ferro a Verissimo – “Ero terrorizzato”

Tiziano Ferro ritorna a Verissimo per parlare del suo passato e del suo vissuto intimo. Non è la prima volta che il cantautore si affaccia nel salotto di Silvia Toffanin, dove oggi ha ripercorso gli anni drammatici dell’alcolismo. Dettagli quasi inediti, di cui ha voluto parlare a lungo.

“Una dipendenza che si mimetizza”, ha detto Tiziano Ferro, “la verità è che non riuscivo a smettere”. Sono stati anni difficili per l’artista, che alla fine è riuscito a ritornare alla luce grazie alla vicinanza dell’ex compagno.

Tiziano Ferro a Verissimo, fra alcolismo e rinascita

“No, non ho chiesto aiuto”, ha aggiunto, “ero terrorizzato”. Il suo ex compagno gli ha fatto comprendere che qualcosa non andava, ma questo non ha spinto il cantautore a cercare un supporto esterno. Tiziano ha poi parlato della svolta, quella rinascita che gli ha permesso a conti fatti anche di fare coming out. Poi il matrimonio con Victor, con cui un giorno spera di poter adottare dei figli. “La felicità esiste”, ha detto emozionato. “Io non mento mai, al massimo ometto”, ha aggiunto parlando del suo orientamento, “non so dire le bugie, perchè poi le dimentico”.

Un percorso lungo per Tiziano Ferro, concluso alla fine nel migliore dei modi. Come ha spiegato a Domenica In poco tempo fa, per un lungo periodo è stato convinto a mostrarsi per ciò che non era. I suoi manager dell’epoca temevano che la verità gli avrebbe negato quella popolarità poi ottenuta. Le cose sono andate in modo diverso, ma prima di parlare della sua vita privata, Ferro ha dovuto adottare dei vestiti diversi proprio per non dare adito a voci di corridoio. Il suo coming out invece gli ha permesso di vivere le cose in modo diverso: non solo di ricevere l’affetto della sua famiglia, che lo sostiene a tutto tondo. Ma anche da parte del pubblico, che non ha di certo smesso di amarlo intensamente.