La frutta si mangia prima o dopo pranzo? La risposta dell’esperto

Mangiare frutta è importantissimo per la salute. Sono numerosi i benefici che derivano da questa abitudine. Tra questi è possibile citare il maggior apporto di fibre, nutrienti che hanno bene all’intestino, e di vitamine, vero toccasana quando si parla di antiossidanti e non solo (ci sono vitamine che proteggono la pelle e altre che, invece, favoriscono la buona coagulazione del sangue).

La frutta va mangiata prima o dopo pranzo? Ecco un problema di portata non indifferente. Per rendersene conto basta ricordare che gli esperti di nutrizione consigliano di mangiare 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura. Qual è il momento migliore? Scopriamolo assieme nelle prossime righe di questo articolo.

Frutta: meglio prima o dopo i pasti?

Nella maggior parte dei casi, si tende a consumare la frutta dopo i pasti. Chi fa questa scelta, molto spesso opta per tale alternativa con lo scopo di consumare qualcosa di più sano del dessert.

Si tratta della scelta migliore in assoluto? Secondo alcuni esperti no. Il motivo è legato al fatto che, agendo in questo modo, si rischia che il corpo non assimili completamente i nutrienti presenti nel prezioso alimento e che la digestione risulti eccessivamente appesantita. Gli effetti di questa situazione sono diversi e tra questi è possibile citare l’insorgenza di un antiestetico e fastidioso gonfiore addominale.

Cosa dire, invece, della scelta di mangiare la frutta prima dei pasti? Che può ridurre l’appetito soprattutto grazie alle fibre, nutrienti preziosi quando si tratta di ottimizzare i livelli di sazietà.

La risposta degli esperti è però molto diversa da quelle che abbiamo appena elencato: il momento migliore per gustarsi il proprio frutto preferito è… lontano dai pasti. Va bene mangiarlo a metà mattina come spezza fame in vista del pranzo, ma anche al pomeriggio. In entrambi i casi, si assumono nutrienti sani che permettono di arrivare al pasto successivo senza il rischio di avere a che fare con attacchi di fame.

Molto importanti da ricordare sono i benefici per la forma fisica. Fare uno spuntino con un frutto e non con un dolce ricco di zuccheri aiuta tantissimo. Tornando ai momenti migliori per mangiare la frutta, facciamo presente che, in virtù delle fibre, il suo consumo può essere congeniale nei casi in cui sussiste la necessità di inibire l’assorbimento dei grassi da parte dell’organismo e di ottimizzare quello del ferro.

Alla luce di ciò, in alcuni casi può non essere una brutta idea consumare un piccolo frutto dopo pranzo.