Violenta scossa di terremoto in Croazia: avvertita anche in Italia

Momento difficile per la Croazia, che in queste ore è stata vittima di alcune scosse di terremoto, che sono state rilevate anche in Italia: poco dopo le 12 è stata registrata una violenta scossa di magnitudo 6.3 presso la cittadina di Petrinja, a poco più di 40 chilometri dalla capitale croata Zagabria, che ha riscontrato gravi danni al centro urbano, con edifici crollati, sospensione di energia elettrica e sicuramente una vittima. Crollati tra gli altri diversi edifici importanti come un ospedale ed un asilo.
Per motivi preocauzionali è stata interrotta l’attività di una delle centrali nucleari del paese.

Scossa avvertita anche in Italia

La violenza del sisma è stata percepita in tutte le zone limitrofe come in Bosnia, in Serbia oltre che in gran parte della Croazia, ma anche nella zona adriatica dell’Italia in diverse zone del paese: da Bolzano al Friuli, dal Veneto fino all’Abruzzo, a Ravennate e a nord di Napoli. Per ora non si registrano feriti, vittime o danni ingenti.
La scossa odierna segue quella di ieri di magnitudo 5.2, seguite da numerosi manifestazioni del sisma minori, definiti di “assestamento”.