Recensione Xiaomi mi 10 ultra.

Arriverà in maniera ufficiale alla fine di quest’anno,Xiaomi mi 10 ultra anche grazie al fatto che in Cina è stato annunciato l’ufficialità Mi 11.



Lanciato ufficialmente ad agosto da noi non è mai arrivato, ovviamente questo non ha fermato gli utenti appassionati del brand cinese a desiderare, e scoprire che cosa aveva realizzato Xiaomi.

Per quanto riguarda il comparto fotografico risulta essere un ulteriore affinamento visto con mi 10 Pro:

  • Un sensore principale da 48 megapixel con stabilizzazione ottica;
  • Un obiettivo grandangolare da 20 megapixel;
  • Una camera con zoom 2 x stabilizzata;
  • E 48 megapixel con zoom 5x stabilizzata.

Possibile registrare video in 8k e sfruttare funzionalità software come la sfocatura, l’effetto di luce cyberpunk o superluna.

Rispetto al modello precedente ha una luminosità di picco superiore con un refresh rate 120 Hertz. Il sensore di impronta digitale di nuova generazione è integrato sotto al display.La ricarica via cavo può venire sfruttando un alimentatore da ben 120 watt e quella vai all’expo contare di ben 50 Watt.

Ovviamente non passa inosservato il suo design con la cover back posteriore sul retro trasparente, grazie al quale è possibile vedere le componenti utilizzate. Presenta un sistema di ricarica ben più complesso rispetto a suo fratello minore, comprende due batterie da 2200 mah che si ricarica contemporaneamente tramite l’inedito adattatore, che riescono a portare le due unità da 0 a 100 in circa 25 minuti. 

A garantire tutta questa potenza e fluidità vediamo il processore snapdragon 865, che può supportare fino a 16 giga di RAM e 512 di memoria interna. Ovviamente tutta questa potenza viene dissipata grazie al raffreddamento a liquido con 8 sensori della temperatura. Infine non poteva mancare il 5G, dual sim il WiFi 6 accompagnati da bluetooth 5.1 ed NFC, il tutto in un peso di appena 221 grammi.