Santo del giorno 31 dicembre: chi era San Silvestro

Santo del giorno 31 dicembre: chi era San Silvestro

Santo del giorno 31 dicembre: chi era San Silvestro



San Silvestro nacque a Roma da Rufino e Giusta. Silvestro è il primo Papa di una Chiesa non più minacciata dalle terribili persecuzioni dei primi secoli. Il lungo pontificato di Silvestro (ben 21 anni) è infatti tribolato dalle controversie disciplinari e teologiche, e l’autorità ordinaria della Chiesa di Roma su tutte le altre Chiese, diffuse ormai intorno all’intero Mediterraneo, non è ancora compiutamente precisata.

Costantino, primo imperatore romano della storia convertito al cristianesimo, aveva a cuore l’ortodossia e per questo condannò ariani e donatisti, vittime a loro volta della repressione religiosa.
Silvestro era parte del disegno di Costantino: fu colui che riformò la liturgia e creò probabilmente la Scuola romana di canto.

Secondo la carta l’imperatore Costantino avrebbe donato nel 314 al papa Silvestro I la giurisdizione civile su Roma, sull’Italia e sull’intero Occidente; e avrebbe onorato la Chiesa romana attribuendole la superiorità di potere su quello imperiale.
Successivamente il documento risultò essere un falso.

Sotto il suo pontificato furono combattute le due grandi eresie dei Donatisti col concilio di Arles e degli Ariani col concilio di Nicea.
Silvestro avrebbe ardentemente desiderato recarvisi personalmente, ma data la vecchiaia e le infermità dovette mandarvi i suoi legati. Provvide ai bisogni di tutto l’orbe cattolico, ma Roma era la città che attirava in special modo le sue cure. La cristianità, uscita allora dalle Catacombe, abbisognava di chiese pei Divini Misteri, e Silvestro fece edificare otto basiliche.
Stabilì regolamenti per le ordinazioni dei chierici, per l’amministrazione dei Sacramenti e per il soccorso ai poveri.
Viveva parcamente per avere di che dotare le chiese ed aprire ricoveri di beneficenza.
Morì il 31 dicembre 335.