Mangiare zafferano fa male? La risposta della medicina

Mangiare zafferano fa male? Vista la popolarità spezia, sono tantissime le persone che si pongono domande in merito. Se sei qui, significa che vuoi sapere qualcosa di più. Nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare delle informazioni preziose.

Quali sono le proprietà dello zafferano?

Quali sono le proprietà dello zafferano? Come ricordato dagli esperti di Humanitas, questa spezia si contraddistingue per la presenza di diversi nutrienti importantissimi per la salute. In questo novero è possibile includere la vitamina A, fondamentale per la salute della pelle e per l’efficienza visiva.

Lo zafferano è contraddistino altresì dalla presenza di vitamina C o acido ascorbico, fondamentale per l’efficienza del sistema immunitario e per la lotta contro i radicali liberi. Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei principi nutritivi benefici presenti nello zafferano. In questo novero è possibile includere diverse vitamine del gruppo B, in particolare la niacina, la vitamina B6, la riboflavina, la tiamina. La loro assunzione rappresenta un ausilio molto importante al miglioramento del metabolismo delle cellule.

Un doveroso cenno deve essere poi dedicato ai minerali. Nello zafferano è possibile trovare il potassio – oltre un grammo per singolo etto di spezia – fondamentale per la regolarità pressoria e, di riflesso, per la salute del cuore.

Fonte di magnesio, di fosforo, di sodio, di calcio, di manganese ma anche di ferro, fondamentale per la sintesi dell’emoglobina, lo zafferano è noto per la sua efficacia antisettica e digestiva.

I benefici dello zafferano non finiscono certo qui! Da non dimenticare, infatti, è la presenza di fibre, essenziali per mantenere efficiente l’attività intestinale. Quando si parla dello zafferano, è necessario citare non solo le proprietà benefiche, ma anche le principali controindicazioni. Tra queste, è possibile citare la terapia con farmaci anticoagulanti e con medicinali finalizzati al controllo della pressione. In questi frangenti, l’assunzione di un’elevata dose di zafferano può interferire con l’efficacia della terapia.

Da non dimenticare è anche il fatto che, eccedendo cone le dosi di zafferano, in caso di gravidanza si rischia di andare incontro a poco piacevole contrazioni uterine. Alla luce di  ciò – e di quanto sopra specificato – prima di aggiungere lo zafferano alla propria dieta è il caso di contattare il proprio medico curante.