Vuoi migliorarare l’efficienza della tiroide? Prova questo alimento

Con l’inizio dell’anno nuovo, si mette mano a diversi obiettivi. Molti di questi riguardano la salute e, in particolare, l’efficienza della ghiandola tiroidea, fondamentale per la forma fisica. Nelle prossime righe, puoi trovare alcune preziose informazioni relative a un alimento che aiuta tantissimo a contrastare questa problematica.

Ipertiroidismo: l’alimento da provare

Quando si parla di ipertiroidismo, si inquadra una condizione medica caratterizzata dalla presenza, nel circolo ematico, di una quantità eccessiva di ormoni tiroidei. Come in tanti altri casi, pur non rappresentando una soluzione risolutiva definitiva, l’alimentazione ricopre un ruolo molto importante.

Tra i cibi che aiutano di più è possibile citare i semi di lino. Prodotti dalla pianta Linum usitatissimum, si contraddistinguono per la presenza di un’ampia serie di nutrienti preziosi per la salute. In questo novero è possibile includere la vitamina C o acido ascorbico, nota per la sua efficacia antiossidante e per la capacità di mantenere efficiente il sistema immunitario, e per la presenza di vitamine del gruppo B, in particolare niacina, tiamina, vitamina B6.

Estremamente versatili in cucina, possono essere consumati in diversi modi. Si possono mangiare crudi, ma anche cotti, sminuzzati e impiegati come ingredienti di diverse preparazioni sia dolci, sia salate.

Per quanto riguarda la loro influenza sulla ghiandola tiroidea, facciamo presente che è tutto da ricondurre alla capacità di inibire l’assorbimento dello iodio, principale nutriente quando si parla di funzionamento della ghiandola tiroidea. Nel momento in cui se ne rallenta l’assorbimento, di fatto l’attività della tiroide subisce un forte rallentamento.

Dieta per ipertiroidismo: gli altri alimenti

Quali sono gli altri alimenti da prendere in considerazione nell’ambito di una dieta contro l’ipertiroidismo? Tra i cibi consigliati troviamo senza dubbio i ceci, le lenticchie la soia e in generale i legumi. Si possono mettere nel piatto anche i pinoli e le arachidi. In generale, è opportuno concentrarsi su alimenti in grado di inibire la sintesi della tiroxina.

In virtù della presenza di iodio, è importante, ovviamente sotto controllo medico, moderare l’assunzione del pesce e dei molluschi. Lo stesso vale per le uova, la carne e i cereali. Un altro consiglio importante da considerare nel momento in cui si parla di dieta per l’ipertiroidismo riguarda il fatto di moderare l’assunzione di sale e di bevande come il tè, il caffè e gli alcolici.