Pallina da tennis: perché può rivelarsi una preziosa alleata della salute

Sono tantissime le persone che soffrono di problemi legati al dolore agli arti inferiori. In molti casi, alla base del problema c’è la fascite plantare. Questa condizione si contraddistingue per l’infiammazione della pianta del piede. In particolare, come dice il nome stesso del problema, al centro dell’attenzione c’è la fascia plantare, ossia la zona del piede che funge da collegamento tra il calcagno e le dita del piede, formando un vero e proprio arco.

Quali sono le cause della sua insorgenza? Sono diversi i fattori da considerare. Tra questi è possibile citare l’età – la problematica tende a palesarsi nella fascia compresa tra i 40 e i 70 anni – ma anche il sovrappeso e l’obesità, vera e propria patologia.

Da non dimenticare è anche il contributo dato dall’utilizzo di calzature non corrette per la conformazione del piede della singola persona e non in grado di offrire un sostegno adeguato alla sopra citata zona del corpo.

Nel momento in cui si ha il sospetto concreto di essere stati colpiti da fascite plantare, la cosa giusta da fare è contattare il proprio medico curante. Nei casi in cui la situazione non è grave, si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali semplici e, per certi versi, anche sorprendenti. Se vuoi scoprirne uno dei più efficaci, seguici nelle prossime righe di questo articolo.

Palline da tennis: perché vengono utilizzate per la fascite plantare

La pallina da tennis può rivelarsi un’alleata preziosa della lotta contro la fascite plantare. Per rendersene conto, basta rammentare che si tratta di un oggetto estremamente flessibile, grazie al quale si possono eseguire diversi esercizi utili per attenuare la sensazione di dolore a livello della pianta del piede.

Come sopra specificato, quando si parla dell’utilizzo della pallina da tennis per la fascite plantare si inquadrano esercizi estremamente semplici. Uno dei più efficaci prevede il fatto di iniziare rimanendo seduti su una sedia. Il passo successivo consiste nel far ruotare la pallina sotto la pianta del piede.

Per fare in modo che l’esercizio in questione risulti efficace, è necessario ripeterlo per diverse volte al giorno, minimo tre. Un ulteriore esercizio prevede il fatto di partire con la pallina appoggiata alla parete. A questo punto, piegando il piede interessato dal problema della fascite plantare, si procede a stirarlo.

Concludiamo ricordando che , per fare in modo che l’esercizio risulti efficace, è opportuno piegare il corpo verso la parete e ripetere il movimento per più di cinque volte.