Ecco una dieta detox a base di centrifughe: gli effetti sono incredibili

Le grandi abbuffate di fine anno ha causato i soliti danni al nostro organismo ed è giunto il momento di riprendersi. Non solo perché siamo ingrassati, ma anche perché probabilmente avremo i valori del nostro sangue alterati. In molti per rimediare a questi sgarri alimentari ricorrono alla dieta detox dei tre giorni con l’obiettivo di alleggerire il lavoro di reni, fegato e intestino. Oltre a quello di sgonfiarci drasticamente, espellere tossine e far risplendere la nostra pelle. Si tratta di un regime dietetico molto rigido che ha alla base dell’alimentazione le centrifughe. Ma in che modo questo dieta dei tre giorni a base di centrifughe è in grado di disintossicarci? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Ecco come funziona questa dieta disintossicante

Una dieta detossinante ci permette di ingerire circa 1.200 calorie al giorno. Ma se bisogna anche sgonfiare e perdere peso, bisognerebbe assumerne qualcuna di meno. Per iniziare nel modo corretto il primo giorno dovrete mangiare a colazione thè verde o orzo, yogurt magro oppure kefir. A metà mattina, una centrifuga di frutti di bosco e limone. All’ora del pranzo una passeggiata, 80 grammi di riso integrale e 150 grammi di insalata belga. La belga è un forte depurativo, mangiatela cruda o appena passata alla griglia o al vapore. A cena concedetevi del pesce: nasello e finocchi al vapore, seguiti da una tisana. Se non vi piacciono i finocchi, li potete sostituire con carciofi bolliti, che sono degli ottimi alleati per il fegato. Tra gli alimenti nemici della nostra dieta ci sono invece le bibite gassate. Per qualche tempo dovremo farne a meno. Stessa cosa vale anche per il sale, se intendete seguire questa dieta dovrete farne almeno.

Ecco una corretta alimentazione disintossicante per tre giorni

Il secondo giorno si inizia la colazione col thè verde e due gallette di riso, con due cucchiaini di miele. A metà mattina una bella pera centrifugata. Più tardi, a pranzo, 150 grammi di germogli di soia con 80 grammi di orzo e due zucchine. A merenda, se si ama la merenda, un budino di soia senza zucchero. Per cena 150 grammi di pollo alla griglia e 200 grammi di carote crude o cotte. Infine, il terzo giorno, iniziate la giornata con un caffè d’orzo accompagnato da gallette di riso e miele. A metà mattina potrete bere una centrifuga di pompelmo rosa. All’ora di pranzo, potrete fare una passeggiata, per poi mangiare 150 grammi di cicoria e 80 grammi di pasta di farro. A merenda, un bicchiere di latte di riso o di soia. Per finire la serata a cena potrete mangiare 100 grammi di arrosto di vitello, 50 grammi di broccoli al vapore e 50 grammi di riso bollito. Prima di dormire una tazza di malva, tarassaco, genziana.

Disintossicarsi con le spezie

Per seguire questa dieta detox dei tre giorni a base di centrifughe occorrerà fare qualche sacrificio: Niente zucchero o dolcificanti, niente pane, barrette o fette biscottate, neanche light. Tuttavia potrete abbondare con l’acqua, bevendo almeno otto bicchieri al giorno, e con le spezie. La curcuma e il coriandolo contrastano l’assorbimento di piombo e mercurio e lo zenzero è una radice depurativa per eccellenza. Per profumare il riso, andranno benissimo anche il cumino e i chiodi di garofano. Ed ecco spiegato quindi in che modo la dieta detox dei tre giorni con le centrifughe è in grado di far stare meglio il vostro corpo.