Made in Italy, anticipazioni 13 Gennaio 2021: La rivoluzione degli anni Settanta

Made in Italy sbarca su Canale 5 questa sera catturando ancora una volta i telespettatori con una fiction per eccellenza dalle anticipazioni sorprendenti. Il canale Mediaset continua con la sua staffetta di serie tv che appassionano fin dalla prima puntata grandi e piccoli.

Nelle scorse settimane infatti, era toccato a Il Silenzio dell’Acqua e proseguita con i Fratelli Caputo per arrivare a Made in Italy. Questa serie tv disponibile già da circa un anno su Amazon Prime Video, ha siglato un accorso tra il servizio streaming americano e Mediaset.

La trama della fiction fin da subito si mostra interessante e rivoluzionaria. La serie arriva così in Italia è mostra la rivoluzione degli anni Settanta deliziandoci con ben quattro appuntamenti fissi. La protagonista per eccellenza sarà Irene, interpretata da Greta Ferro, alle prese con una grandissima delusione che, la spingerà ad abbandonare gli studi intraprendendo un nuovo lavoro nella redazione di una rivista di moda.

Cosa succederà e cosa potremo vedere all’interno di Made in Italy nella prima puntata in onda questa sera su Canale 5?

Made in Italy, anticipazioni 13 Gennaio 2021: La grande delusione di Irene Mastrangelo

La fiction inizia proprio da Irene Mastrangelo nel 1974. La stessa Irene ha 23 anni ed è fidanzata con Luigi, iscritta alla facoltà di Storia dell’arte all’Università. Arrivata al momento della laurea, durante l’ultimo esame, la giovane dopo una forte lite con il suo professore, decide di rifiutare il voto e abbandonare gli studi.

Made in Italy anticipazioni 13 Gennaio

La decisione di abbandonare l’Università cambierà per sempre le sorti di Irene che prende in mano la sua vita e decide di andare a lavorare. Il suo primo lavoro è all’interno di una prestigiosa rivista di moda chiamata Appeal. Fin dal primo momento stringe una forte amicizia con la giovane redattrice Monica e con Nava. All’interno di questa nuova avventura per Irene inizierà la sua vita piena di colpi di scena ma in particolar modo una vera rivoluzione sia per sé stessa, che per il mondo che la circonda.