Teresa Cherubini, figlia di Jovanotti, sconfigge il tumore: le sue prime dichiarazioni

Teresa Cherubini figlia di Jovanotti

Teresa Cherubini, figlia del cantautore dell’eccellenza Jovanotti, ha affermato le sue prime dichiarazioni sul suo profilo Instagram riguardo la sua malattia. La bellissima ragazza è conosciuta per le sue meravigliose illustrazioni, le quali sono possibili trovarli sui suoi social, dei lavori davvero eccezionali. Sempre molto riservata, ha tenuto nascosto un segreto davvero doloroso e longevo. Ad oggi però, la notizia positiva di essere riuscita a sconfiggere il suo tumore.



Anche lo stesso Lorenzo ha voluto pubblicare il messaggio della figlia, rendendo pubblico il suo scritto in modo da dare speranza a tutti. In molti hanno voluto scrivere dei commenti sotto ai loro post per dare conforto, ma soprattutto per condividere la loro felicità con i diretti interessati. Le sue parole sono state molto commuoventi, dimostrando quanto una giovane ragazza, con poco più di vent’anni, possa essere una forza della natura anche contro una malattia così grave.

Teresa Cherubini, figlia di Jovanotti, sconfigge il tumore

Solo due ore fa è comparsa una sua foto tra tutte le illustrazioni presenti sul suo profilo. Nella descrizione un forte messaggio in cui ha raccontato la preoccupazione, il dolore e poi la sua rivincita di fronte ad un male molto grave. Queste sono state le sue parole:” Per gli ultimi sette mesi ho tenuto un segreto, faccio fatica a raccontare una storia prima di conoscerne la fine.Il 3 luglio 2020 stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico. Tutto è iniziato ad agosto del 2019 con uno prurito alle gambe. Non ci ho dato peso pensando che sarebbe andato via con il tempo, ma non è stato così. I mesi passavano e non faceva che peggiorare”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Terry Cherubini (@terrywho_cartoons)

Ha continuato il suo racconto:” A giugno 2020 si era sparso per tutto il corpo, non riuscivo a dormire più di un paio d’ore a notte, avevo la pelle piagata. Quando mi si è ingrossato un linfonodo sono il braccio ho capito che era qualcosa di più serio e questo ha portato finalmente ad una diagnosi e ad un piano di cure. In questi ultimi mesi ho fatto 6 cicli di chemioterapia seguita dai meravigliosi dottori ed infermieri dell’Istituto Europeo di Oncologia a Milano. La chemio non mi ha fatto cadere i capelli del tutto, ma il 9 dicembre dopo l’ultimo trattamento ho deciso di rasarmi come segno di un nuovo inizio. Dopo mesi di ansie e paure la storia è finita, e posso raccontarla, perché da ieri, 12 gennaio 2021 sono ufficialmente guarita”. Ha continuato ringraziando tutte le persone che le sono state vicine, ma anche tutti i dottori ed infermieri che l’hanno seguita e curata.