Uomini e Donne, dama sotto processo: “Sei una delle tante e basta”

Uomini e Donne dama sotto processo

A Uomini e Donne un’altra dama è finita sotto processo da Tina Cipollari e tutto lo studio che, senza troppi giri di parole ha dimostrato il loro disappunto. Le puntate del talk show firmato Maria De Filippi nelle ultime settimane è caratterizzato da lunghi scontri come ad esempio quello di Ida Platano e Riccardo Guarnieri.



Durante la puntata di ieri però, è toccato alla dama Brunilde ritrovarsi contro l’intero studio e in particolar modo entrambi gli opinionisti. La dama del parterre femminile infatti, ha deciso di intromettersi nel rapporto tra Enzo e Claudia, scatenando così la particolare rabbia di Tina Cipollari. Cosa è realmente successo nello studio di Cinecittà?

Uomini e Donne, la dama sotto processo: Gli attacchi di Tina Cipollari

Verso la fine della puntata di ieri, Claudia nel parterre femminile ha cercato di chiarire la sua situazione con Enzo. Entrambi infatti, stanno portando avanti la loro conoscenza ma sembrerebbe che la dama voglia qualcosa di più ovvero delle dimostrazioni importanti di quello che realmente prova Enzo.
Il cavaliere fin da subito, si è dimostrato pronto a continuare la conoscenza con Claudia ma soprattutto nell’organizzare un’uscita insieme lontano dalle telecamere.

Uomini e Donne dama sotto processo

Ad interrompere il loro dialogo, è arrivata Brunilde. Essa ha cercato di capire se Enzo fosse uscito con Claudia solamente perché lei aveva rifiutato il suo invito. La sua intromissione poco gradita è stata attaccata ma soprattutto criticata da tutto lo studio, in particolare da Tina Cipollari e Gianni Sperti.
Entrambi i tronisti di Uomini e Donne infatti, si sono scagliati contro di lei criticando il suo modo di fare e la sua insistenza come se lei, fosse l’unica dama con cui Enzo avrebbe potuto avere un vero interesse.
Proprio per questo, a criticarla in modo duro e diretto è stata l’opinionista Tina Cipollari. Che le ha sottolineato di essere “una dama delle tante”, creando ancora una volta l’ennesima discussione.