Sono tantissime le persone che, soprattutto dopo le Feste, con lo scopo di tornare in forma iniziano a correre. Fare jogging partendo da zero implica il fatto, molto spesso, di commettere errori che è bene correggere subito. Il rischio, infatti, è quello di provocare dei veri e propri danni fisici.

Anche se la corsa sembra un’attività fisica alla portata di tutti – e per certi versi lo è più di altre – è bene specificare l’importanza di non improvvisare. Alla luce di ciò, nelle prossime righe di questo articolo parleremo di un errore che molto probabilmente stai commettendo e che compromette la qualità del tuo allenamento.

Errori che si commettono quando si fa jogging

Rispetto a quanto poco fa ricordato è doverosa una precisazione: più che di un errore, infatti, bisognerebbe parlare di errori al plurale. Non sono infatti pochi i casi di chi inizia a correre e, preso dall’entusiasmo, trascura passaggi invece cruciali. Tra questi è possibile citare il riscaldamento. Come ben si sa, quando si inizia a fare attività fisica i muscoli vanno preparati. Il rischio, trascurando questa fase, è quella di andare incontro a episodi poco piacevoli, come per esempio gli strappi e gli stiramenti.

Un altro errore che fa spesso parte della quotidianità di chi inizia a fare jogging riguarda il fatto di non porre sufficiente attenzione alla scelta dell’abbigliamento. Un caso frequente è quello di chi sceglie a caso le scarpe. Non basta andare nel primo negozio online o fisico e comprare scarpe sportive. Fondamentale è sceglierle bene, considerando la conformazione del piede e la sua superficie d’appoggio.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare degli errori commessi con maggior frequenza da chi inizia a correre. Uno di questi riguarda il fatto di ignorare i sintomi di dolore e affaticamento. Il corpo ‘parla’ e i suoi segnali non andrebbero mai e poi mai ignorati. Il rischio, così facendo, è quello di andare incontro a infortuni anche gravi.

Concludiamo facendo presente che un altro errore frequente nei runner alle prime armi prevede il fatto di non variare il terreno su cui si corre e di fare lo stesso con il passo. L’uniformità è nemica della motivazione e, di riflesso, del raggiungimento di buoni risultati.

Comments are closed.