Mangia questi cibi e risolvi i problemi di cervicale: ecco l’elenco

Si avvicina l’autunno e si rifà vivo quel dolore al collo tipico delle stagioni più fredde.  Infatti, il freddo e, soprattutto, l’umidità favoriscono le contratture e gli irrigidimenti muscolari che sono le cause principali del dolore cervicale.
Il dolore cervicale, chiamato da un punto di vista medico “cervicalgia” è un disturbo muscolo-scheletrico che prima o poi, nella vita, chi più chi meno, colpisce tutti. Questo dolore colpisce tutte le strutture del collo: muscoli, nervi e vertebre della colonna vertebrale.
I muscoli cervicali , esattamente come gli altri muscoli del nostro corpo, sono composti principalmente da acquaproteine e vari minerali. Uno scarso apporto di questi elementi può essere la causa scatenante del dolore cervicale.

Ecco perché la prevenzione avviene, prima di tutto, a tavola.
La scienza ha dimostrato che mangiando nel modo giusto e, con un corretto stile di vita, è possibile prevenire importanti malattie come il tumore, il diabete, l’infarto, l’ictus, l’obesità e  non per ultime, anche le malattie o i disturbi a carico del sistema muscolo-scheletrico. Una dieta sana ed equilibrata non solo garantisce il perfetto apporto di nutrienti in relazione al fabbisogno quotidiano, ma è anche in grado di soddisfare le esigenze dell’organismo dal momento che attraverso l’alimentazione ed possibile ricevere sostanze che svolgono un ruolo protettivo e preventivo nei confronti di determinate condizioni patologiche. Si consiglia anche di mangiare lentamente perché ciò aiuta a mantenersi in forma e riduce il rischio di sovrappeso e obesità. Il motivo è semplice:  assaporare i cibi e masticare a lungo permette ai recettori del gusto di inviare al cervello il “messaggio di sazietà”.
In definitiva, il cibo può avvelenarci o disintossicarci, rafforzarci o indebolirci, farci ingrassare o rafforzare i nostri muscoli. L’ampia varietà di cibi di origine animale e vegetale costituisce il fondamento di un’alimentazione sana e bilanciata.

Attraverso la lettura del libro “Il potere degli alimenti” del Dottor William Li, è possibile comprendere se un alimento sta aiutando il nostro corpo o lo sta indebolendo, se contribuisce a mantenerlo sano e forte o ne peggiora la salute. Il dottor William Li svela quali sono le ultime scoperte scientifiche per combattere le malattie e spiega come utilizzare l’alimentazione come arma per aiutare il corpo a rimanere in salute.

Se non avete voglia o tempo di leggere il libro, ecco una lista di alimenti utili per prevenire l’insorgenza delle malattie tra cui la cervicale:

1. I cibi ricchi di Omega 3 (acciughe, salmoni, sardine, aringhe, trote e tonno fresco). Il pesce bianco è una vera e propria panacea per l’organismo e se consumato almeno tre volte alla settimana è in grado di prevenire l’invecchiamento cellulare ed è capace di tenere a bada i sintomi della cervicale.

2. Le proteine (uova, pesce, carne, sei, legumi) a colazione soprattutto. Le proteine sono composte da amminoacidi  essenziali che forniscono energia per il nostro organismo, stimolano i neurostrasmettitori come la serotonina e la dopamina, gli ormoni che controllano l’umore, la chiarezza mentale e la memoria. Di conseguenza: per un cervello sano abbiamo bisogno di proteine sane.

3. I cibi ricchi di vitamina B (spinaci, fagioli, legumi, pane integrale, latte, verdure verdi).
Le vitamine del gruppo B sono quelle vitamine che danno nutrimento al nostro cervello. Sono responsabili del funzionamento cerebrale.

4. Il cioccolato fondente. Ricco, di antiossidanti è capace di innalzare i livelli di serotonina, l’ormone della felicità è di combatte, almeno con il sorriso, i fastidiosi dolori cervicali.

5. I cibi fermentati (formaggi, tofu). Mediante questi alimenti fermentati, i probiotici alimentano i batteri buoni e contribuiscono a migliorare la flora intestinale a beneficio di tutto l’organismo. Inoltre sono capaci di regolare gli stati emotivi, le funzioni cerebrali e il comportamento.