Sonno ristoratore: ecco i trucchi che possono aiutarti

Dimmi come dormi e ti dirò quanto sei in salute: la qualità del nostro sonno è infatti cruciale per il benessere. Purtroppo, molto spesso risulta difficile, per motivi diversi, mantenerla alta. Trascurare la situazione nei casi in cui si presenta spesso è sbagliato. Il rischio, infatti, è quello di avere a che fare con problematiche non indifferenti inerenti la salute.

Non dimentichiamo che sonno di scarsa qualità è sinonimo di stress e che lo stress aumenta i livelli di cortisolo, ormone che provoca un incremento del grasso addominale, a sua volta pericoloso per il cuore. Alla luce di quanto abbiamo appena specificato, conoscere dei trucchi per addormentarsi serenamente è solo che utile. Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo raccolto alcuni consigli che speriamo possano aiutarti.

Addormentarsi serenamente: il trucco (super efficace) a cui non avevi mai pensato

Il dialogo interiore è fondamentale per diversi aspetti della nostra vita e le situazioni in cui si fa fatica ad addormentarsi non fanno eccezione. Gli esperti consigliano di gestirlo in una maniera davvero particolare: ripetendo a se stessi, anche ad alta voce, il contrario del risultato che si ha intenzione di ottenere. La procedura è molto semplice: basta sdraiarsi, spegnere la luce e tutti i device che si hanno attorno, e ripetere la frase “Non voglio dormire”.

Un altro espediente per addormentarsi in maniera rapida e serena chiama in causa una sapienza millenaria che, ancora oggi, ci regala tantissimi spunti di benessere in diversi ambiti della vita. Di cosa stiamo parlando? Dello yoga. La posizione del cadavere in particolare può rivelarsi un toccasana quando si tratta di addormentarsi. Cosa bisogna fare per metterla in atto? Sdraiarsi con le braccia lungo i fianchi. Successivamente, ci si concentra sui muscoli delle varie parti del corpo, irrigidendoli e subito dopo rilassandoli.

Come sopra ricordato, in tutto questo è fondamentale non solo spegnere tutti i device – smartphone, tablet, pc – ma anche, se possibile, evitare di utilizzarli nell’ora prima di coricarsi. Un altro consiglio importante prevede il fatto di aiutarsi con rimedi naturali come la camomilla o la melatonina. Quest’ultima, andrebbe presa poco prima di coricarsi in modo da non passare troppo tempo esposti alla luce, che ne provoca la degradazione.