Le mele abbassano il colesterolo: verità o falso mito?

Tutti conosciamo il detto “una mela al giorno toglie il medico di torno” e come in tutti i proverbi popolari, un fondo di verità c’è sempre. La dieta mediterranea, ormai famosa in tutto il mondo, sostiene l’importanza della presenza della frutta nella dieta e in particolare delle mele. 

La mela è un frutto particolarmente ricco di acqua, vitamine, fibre e sali minerali

Le mele sono perfette per essere consumate a colazione, come spuntino a metà mattinata o di pomeriggio. Possono essere consumate anche per allontanare il senso di fame e far sì di non cadere nella tentazione di consumare cibo, specie se il cibo che vorremmo ingerire è cibo spazzatura. Tuttavia, proprio come accade con qualsiasi altro tipo di alimento, anche esagerare nelle quantità di mele ingerite può essere pericoloso e purtroppo può portare a effetti negativi come: aumento di peso o, peggio, aumento della glicemia nel sangue. Secondo uno studio scientifico, mangiare tutti i giorni le mele potrebbe ridurre i livelli di colesterolo LDL cioè “cattivo” nel sangue, addirittura del 23%.

L’effetto benefico delle mele sarebbe dovuto alla presenza di alcuni particolari sostanze come la pectina e i polifenoli. Sono diversi, infatti, gli studi che hanno identificato in queste due sostanze la possibilità di accelerare il metabolismo dei lipidi. Il risultato della ricerca dice anche che assumendo con regolarità le mele non solo si abbassa il colesterolo cattivo ma aumenta del 4% quello buono.

Quali cibi sono da evitare per non aumentare il colesterolo cattivo?

In genere, a far aumentare il colesterolo cattivo sono i cibi particolarmente grassi come: insaccati, burro, lardo, strutto, formaggi, uova, interiora come fegato, trippa, cervello, milza, alimenti a base di cereali o farine raffinate, carne di maiale, cibi fritti.

Quale frutta abbassa il colesterolo cattivo?

  • I mirtilli sono una ricca fonte di antiossidanti naturali in grado di ridurre il colesterolo cattivo nel sangue. Secondo uno studio americano i polifenoli estratti dalle bucce di mirtillo sarebbero in grado di mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo.
  • Le fragole riducono i livelli di colesterolo “cattivo” e anche i livelli quelli di trigliceridi.
  • L’uva, e in particolare il suo succo, abbassa il colesterolo cattivo.
  • Le prugne riducono il colesterolo cattivo grazie agli antociani che sono degli antiossidanti naturali.
  • Le arance, ed in particolare il loro succo, contengono ottimi quantitativi di vitamina C che combatte i livelli elevati di colesterolo. In particolare, la spremuta d’arancia è un vero e proprio toccasana per diminuire i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.
  • I kiwi abbassano il colesterolo.
  • Le pere, grazie al loro contenuto di fibre naturali, impediscono l’assorbimento intestinale di colesterolo, riducendone così i livelli nel sangue.
  • La melagrana per l’alto contenuto di antiossidanti e polifenoli ha il potere di bloccare o ritardare l’accumulo di colesterolo nelle arterie.
  • L’ananas, infine, contiene grandi quantità di pectina e fibre naturali che abbassano i livelli di colesterolo e promuovono la funzione intestinale.

Massima importanza, nel controllo del colesterolo, va rivolta alla dieta e ad uno stile di vita sano che include sport e attività motoria regolare.