Caduta dei capelli: ecco i rimedi per contrastarla

I capelli sono un dettaglio essenziale della bellezza e dell’autostima sia per gli uomini, sia per le donne. Purtroppo, per motivi che possono andare dallo stress a carenze alimentari, possono indebolirsi e andare incontro a caduta. Quando sopraggiungono situazioni del genere, la cosa si fa a dir poco fastidiosa. Perdere i capelli, infatti, può rivelarsi un fattore in grado di provocare disagio sociale. Per fortuna esistono diversi rimedi naturali a cui è possibile fare riferimento per contrastare uno dei problemi estetici più sentiti.

Caduta dei capelli: i rimedi naturali a cui fare riferimento

Sono diverse le alternative a cui fare riferimento quando si parla di rimedi naturali per contrastare la caduta dei capelli. Tra questi è possibile citare una spezia di cui si parla spesso in ambito culinario per via dei numerosi benefici che apporta alla salute. Stiamo parlando della cannella, un vero toccasana per la salute. Forse non tutti sanno che può essere utilizzata tranquillamente per prendersi cura della bellezza dei capelli e, nello specifico, per contrastarne la caduta.

In che modo è possibile utilizzarla? La soluzione migliore prevede il fatto di renderla protagonista di una maschera. Per prepararla sono sufficienti un paio di cucchiaini da caffè di cannella in polvere, uno di olio d’oliva e uno di miele. Si tratta ovviamente di riferimenti di massima, che possono essere modificati sulla base della lunghezza dei propri capelli.

Gli ingredienti vanno mescolati assieme fino a ottenere un composto sufficientemente omogeneo. Il passo successivo prevede il fatto di distribuire la maschera sulla cute. In questa fase, bisogna porre attenzione affinché il prodotto sia presente su tutta la lunghezza. Per raggiungere tale tale obiettivo, si può ricorrere a un pettine.

Questa maschera contro la caduta dei capelli deve essere fatta riposare per massimo 30 minuti. Una volta trascorso questo lasso di tempo, si sciacqua con acqua tiepida. Concludiamo facendo presente che esistono altri rimedi, tra i quali è possibile citare gli oli essenziali di limone e cedro atlantico. Ovviamente nei casi in cui questi rimedi non dovessero risolvere la situazione, è bene rivolgersi a un tricologo.