Problemi di infiammazioni cutanee? Attenzione a queste verdure!

È risaputo che le verdure facciano bene alla nostra salute. Tuttavia esiste una malattia non molto conosciuta che si manifesta specialmente nei nostri bambini e si chiama “dermatite atopica”. Questa malattia, per essere precisi, colpisce circa il 3% degli adulti e tra il 5 e il 20% dei bambini. Si tratta di un’infiammazione cronica della nostra pelle, che può sfociare non solo nel prurito, ma anche in dolore fisico e psicologico. Questo porta, nei casi più gravi, a doversi rivolgere a uno specialista della psiche. Se si soffre di infiammazioni cutanee si deve prestare particolarmente attenzione a queste verdure, che possono causare l’aumento della dermatite in modo esponenziale. Ma quali sono queste verdure che possono aggravare la dermatite atopica? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Quali sono le cause della dermatite atopica?

La medicina, nonostante i grandi passi da gigante, non conosce del tutto le cause dell’origine della dermatite atopica. Le principali sono:

  • tare genetiche;
  • stress;
  • infezioni della pelle;
  • predisposizione all’eccessiva sudorazione;
  • allergeni alimentari come il nichel.

In base ai dati della scienza alimentare, un paziente su tre che soffre di dermatite atopica e da infiammazioni cutanee, lo deve proprio all’allergia al nichel.

Come accorgerci di soffrire di dermatite atopica?

Il nostro organismo, ci segnala in tempo reale i sintomi di questa malattia. Tra questi non troviamo solamente il prurito, che tra l’altro è diffuso e generico in tutto il corpo, ma anche un’improvvisa secchezza della pelle. Conseguenza, delle infiammazioni del derma, che, il nostro fisico da solo, non riesce a sconfiggere. Si deve fare anche attenzione al prurito, poiché può causare ulteriori screpolature della pelle, creando così un circolo vizioso apparentemente senza fine. Le dermatiti, infatti, sono spesso delle malattie cosiddette recidive, che sembrano passare, per poi riproporsi invece, anche in forma più intensa.

Quali sono gli alimenti da evitare?

Se si soffre di queste infiammazioni cutanee si deve fare attenzione a determinate verdure, ma anche ad altri alimenti. Ecco una lista di alimenti che potrebbero favorire allergie e infezioni alla pelle:

  • latticini e formaggi fermentati;
  • uova;
  • crostacei;
  • pomodori;
  • spinaci;
  • agrumi;
  • cioccolato;
  • alimenti inscatolati con coloranti, conservanti e additivi.

Di solito questi alimenti da soli non scatenano le infiammazioni più importanti, ma sono comunque in grado di aggravarne lo stato. Specialmente, se siamo all’oscuro del fatto che ci provochino danni e ne ingeriamo più di una tipologia durante lo stesso pasto. Per questo motivo, è giusto ribadire che anche a tavola è importante fare attenzione alla prevenzione, consultando immediatamente il nostro medico all’insorgere di queste problematiche.