Papa Francesco e la polmonite: ecco cosa è successo al suo polmone

Papa Francesco è senza dubbio la persona più conosciuta ed amata di tutto il mondo. Ricopre la carica di Pontefice a partire dal 13 Marzo 2013 quando è diventato il 266° Papa della Chiesa Cattolica ed anche Vescovo di Roma. Inoltre è l’ottavo sovrano dello Stato della Città del Vaticano ed anche primate d’Italia. E’ il primo Papa che proviene dal continente americano. Prima di lui vi è stato Papa Benedetto XVI che aveva succeduto Papa Giovanni Paolo II.

Papa Francesco, il cui nome è Jorge Mario Bergoglio, è nato il 17 Dicembre 1936 a Flores, in Argentina. Oggi ha 84 anni e la sua famiglia è composta da altri quattro fratelli: Maria Elena, Marta Regina, Oscar Adrian e Alberto.

Papa Francesco ha un solo polmone

Proprio così. Anche se di questo argomento se ne parla molto spesso Papa Francesco vive senza un polmone. Questo fattore però non mina assolutamente la salute del Pontefice così come ha sottolineato Sergio Harari, il direttore dell’unità operativa di pneumologia dell’ospedale San Giuseppe di Milano.

Infatti, come sottolinea lo stesso Harari, se hai un solo polmone vivi una vita normalissima. Inoltre del polmone di Papa Francesco sarebbe stato asportato solo un lobo polmonare. “Chiaramente – continua – nel caso in cui venisse asportato l’intero polmone allora si potrebbe avere qualche problema di affaticamento”.

L’asportazione è avvenuta quando Papa Francesco aveva 21 anni e lo racconta nella sua Biografia che è stata scritta da Sergio Rubin e Francesca Ambrogetti. Infatti dopo giorni di febbre e dolori venne diagnosticata una grave polmonite. Questa malattia si tenne a lungo sotto controllo ma purtroppo si erano sviluppate anche delle cisti e per questo motivo fu sottoposto ad una operazione per asportare proprio la parte superiore del suo polmone destro.

Proprio questo era stato il motivo, secondo alcuni, per il quale lo stesso Francesco aveva sottolineato di non votarlo e di votare Benedetto XVI nel 2005 ma l’assenza del polmone non crea nessun problema. Chiaramente dopo tanti anni può avvenire una limitazione significativa durante gli sforzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *