GIORNATA E FESTA DELLA DONNA | Origine e Storia

L’8 marzo, da diversi anni a questa parte, si festeggia la giornata internazionale della donna. Scopriamo qualche dettaglio in più su questa ricorrenza.

Festa della donna: qual è la sua origine?

Parlare della festa della donna significa innanzitutto ricordare che è stata istituita dall’ONU e che è stata celebrata per la prima volta l’8 marzo 1977.

Le origini, a differenza di quanto spesso viene affermato, non vanno ricercate nel rogo di una fabbrica di camicie di New York nel quale persero la vita centinaia di operaie, bensì nel dibattito interno al settimo congresso della seconda internazionale socialista, risalente al 1907.

Partendo dalla necessità di istituire il suffragio universale, si arrivò a parlare di altri aspetti della condizione femminile, come per esempio le condizioni di lavoro delle donne all’interno delle fabbriche.

Questo fermentò portò il partito a individuare la necessità di una celebrazione della giornata della donna, che si tenne per la prima volta il 23 febbraio 1909.

La data dell’8 marzo venne decisa invece a seguito della Seconda Conferenza Internazionale delle Donne Comuniste nel 1921 a Mosca, occasione durante la quale venne istituita la Giornata Internazionale della Donna Operaia.

Perché la festa della donna si regala la mimosa?

Adesso non resta che chiedersi come mai, in occasione della festa della donna, si regala la mimosa. Questa usanza ha preso piede solamente in Italia ed è legata a diversi aspetti. Tra questi, rientrano i significati che questo fiore, diffuso in tutto il mondo, ha secondo la cultura degli indiani d’America, che vedono la mimosa come un simbolo di femminilità.

Da non dimenticare è altresì la praticità nell’attaccarne i rami alle asole di giacche e camicie e la possibilità di reperirla in maniera semplice ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *