Vecchie lire: ecco quelle che valgono tantissimo

Le vecchie Lire che valgono tantissimo sono sempre all’ordine del giorno e dato il periodo è il caso, anche per noi di Giornal.it, avviare una rubrica dedicata al mondo del collezionismo e della numismatica. Come è risaputo infatti vi sono delle monete che con il passare del tempo hanno iniziato ad aumentare il proprio valore e sono diventate ricercate in tutto il mondo. E’ il caso anche di alcune vecchie Lire, il conio che ci ha accompagnati fino agli inizi del 2000 quando poi è stato sostituito dall’Euro.

All’interno di questo articolo andremo a vedere due delle tantissime vecchie Lire che oggi valgono tanti soldi. Parleremo infatti sia di una moneta che di una banconota. Come è risaputo, infatti, molte di queste sono state emesse in basse quantità o comunque per ricordare determinati eventi o personaggi. Proprio questi sono i motivi per i quali oggi possono valere tantissimi soldi. Ma adesso bando alle ciance ed andiamo a scoprire di cosa stiamo parlando.

Innanzi tutto partiamo da una banconota che è diventata rarissima nel corso degli anni. Stiamo parlando delle Mille Lire di Giuseppe Verdi. Sono veramente molto ricercate e sono state in uso fino agli inizi degli anni ’80. Proprio nel 1982 infatti sono state sostituite da quelle con la faccia di Marco Polo e successivamente da quelle con il viso della Montessori. Oggi questa banconota vale addirittura 3000 euro se si trova in fior di conio, ovvero se è in condizioni perfette.

Si deve infatti sottolineare che se doveste trovare in casa una banconota rara ma dovesse avere degli strappi o delle macchie allora potrebbe certamente diminuire il proprio valore di vendita. La moneta che invece potrebbe farvi diventare ricchi è quella da 1 Lira Arancia. Proprio dal nome potete capire che da un lato vi è, appunto, il frutto dell’arancio mentre dall’altro lato abbiamo una donna con le spighe. Il valore, anche in questo caso, oscilla sui 4000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *