Attenzione a questi sintomi: ecco di cosa potresti soffrire

Certe volte notiamo sul nostro corpo alcuni sintomi che non riusciamo ad abbinare a nessun tipo di malattia comune. In questo articolo andiamo infatti a vedere quali sono i più comuni da poter associare ad una patologia che purtroppo si sta diffondendo sempre di più: la celiachia.

Intorno al 2008 la medicina ha inserito proprio la celiachia all’interno di quelle che sono le malattie croniche. Fino a quel momento infatti era sconosciuta o quasi: se ne parlava già da una quarantina di anni ma mai era stato approfondito come discorso. In quell’anno invece arrivò proprio la conferma che si trattava di una vera e propria malattia ed addirittura cronica. Possibilmente, secondo anche ciò che dicono gli esperti, la celiachia è sempre esistita ma evidentemente la ricerca non era ancora così avanzata e con essa anche le varie diagnosi.

Adesso però andiamo a vedere alcuni sintomi strani che potrebbero essere associati ad altre patologie ma che in realtà sono le più comuni della celiachia. La situazione più grave è quando questi sintomi li hanno i bambini. Molte volte potrebbero addirittura essere o sottovalutati e non notati per quanto sarebbe realmente necessario.

Molte volte infatti associamo a determinati sintomi gli elevati livelli di stress che ci accompagnano durante le nostre giornate. Per non allarmarci è giusto sapere che nella maggior parte dei casi è realmente così ma, in alcune occasioni, potrebbe trattarsi di ben altro. Adesso vediamo dunque quali sono i sintomi della celiachia che non si devono assolutamente minimizzare.

Partiamo da un senso di inappetenza che ci può colpire come anche vari gonfiori e dolori addominali. Spesso associamo questi secondi sintomi ad altro, come intolleranze varie, ma realmente il problema è proprio la celiachi. Altre problematiche che possono nascere soprattutto in età puerile abbiamo la mancanza di sviluppo della nostra altezza o anche della massa muscolare. Da qui arriva anche una conseguente perdita di peso.

Non finisce qui: nei bambini più grandi infatti possono presentarsi altri sintomi particolari come una grossa difficoltà durante l’apprendimento scolastico ed il frequente nervosismo. Da non sottovalutare anche la poca coordinazione in movimenti e, soprattutto, gesti atletici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *