Chi è Giuseppe Ledda, professore all’Università di Bologna

Giuseppe Ledda insegna Letteratura e critica dantesca, Letteratura e Filologia dantesca e Letteratura italiana all’Università di Bologna.

È stato membro del Comitato Scientifico del Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna, del Consiglio scientifico della Società Dantesca Italiana e del Comitato scientifico dell’Observatory on Dante Studies a Utrecht University.

Biografia

Giuseppe Ledda è nato a Macomer, in provincia di Nuoro, nel 1964. Dopo il diploma al liceo scientifico nel 1983, ha studiato Filosofia all’Università di Firenze, laureandosi nel 1989 con una tesi sulla Poetica di Aristotele. Nel 1990 si è trasferito a Bologna dove si è laureto nel 1996 in Lettere indirizzo Classico con una tesi su Dante e i tópoi dell’indicibilità.

Carriera

È stato ricercatore presso la Scuola di Dottorato dell’Università di Pavia e ha conseguito il dottorato con una tesi intitolata I tópoi dell’indicibilità e Dante come poeta-personaggio della Commedia (2000).

Dal 1999 al 2008 ha insegnato all’Università di Bologna, tenendo il modulo didattico Filologia dantesca, il tutorato di Letteratura italiana e infine come titolare dell’insegnamento di Filologia e critica dantesca.

Per sei anni è stato ricercatore di Letteratura italiana all’Università di Bologna e titolare dei corsi di Letteratura e critica dantesca e di Filologia dantesca.

Dal 2014 è professore di Letteratura italiana e titolare dei corsi di Letteratura e critica dantesca, di Filologia dantesca, Filologia e letteratura dantesca, Letteratura italiana.

Dal 2005 al 2009 ha tenuto corsi su Dante presso le sedi bolognesi di università americane, la University of California e il Dickinson College.

Nel 2018 è stato Visiting Fellow presso il Selwyn College, University of Cambridge.

Pubblicazioni

Oltre ad aver scritto numerosi articoli, relazioni per atti di convegni, rassegne bibliografiche, recensioni, Giuseppe Ledda ha scritto 5 libri su Dante: La guerra della lingua. Ineffabilità, retorica e narrativa nella Commedia di Dante (2002); Dante (2008); La Bibbia di Dante (2015); Leggere la «Commedia» (2016); Il bestiario dell’aldilà. Gli animali nella «Commedia» di Dante (2019).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *