Ricetta orata al forno alla pizzaiola: ingredienti, preparazione e consigli

Ricetta orata al forno alla pizzaiola – L’orata è un pesce a carne bianca molto versatile in cucina, anche se, nella maggior parte dei casi, si preferisce servirla come secondo piatto, magari al cartoccio, alla brace, con dei pomodorini, o, come andremo a vedere noi oggi, la si prepara al forno. Noi oggi andremo a vedere come si prepara l’orata alla pizzaiola, quindi andremo ad aggiungere pomodori, origano, voi ovviamente potete anche modificarla, come sempre nella sezione consigli vi daremo qualche suggerimento.

Orata al forno alla pizzaiola – INGREDIENTI

Ingredienti per 4 persone:

  • 1,2kg di orata
  • Prezzemolo
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 2 pomodori maturi
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Origano secco

Orata al forno alla pizzaiola – PREPARAZIONE

Lavate l’orata, sventratela e squamatela. Se non sapete come pulire un pesce, potreste chiedere al vostro pescivendolo di fare questa operazione al posto vostro.

Prendete la cipolla e tagliatela a fettine sottili.

Adagiate la cipolla in una teglia unta con un pò di olio.

Adagiate l’orata sulle cipolle e aggiungete sale, pepe e un filo di olio.

Cuocete in forno preriscaldato, per 30 minuti a 180°C.

Trascorsa la mezz’ora, aggiungete sul pesce il concentrato di pomodoro diluito in un pochino di acqua calda.

Tagliate i pomodori a fette e sistemate tutte le fette sull’orata.

Aggiungete un altro filo di olio d’oliva, aggiungete sale, pepe e origano e infornate di nuovo per 30 minuti a 180°C.

La vostra orata ora è pronta per essere servita.

Orata al forno alla pizzaiola – CONSIGLI

Questa stessa ricetta può essere utilizzata per preparare qualsiasi pesce, ad esempio la spigola, il salmone, il pesce spada, ovviamente con la cottura regolatevi voi, non fate cuocere troppo il pesce altrimenti diventerà asciutto. Potete anche personalizzare questa ricetta aggiungendo altri ingredienti, come olive, capperi, rosmarino, o delle verdure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *