Come curare al meglio la pianta delle gerbere

Benvenuta alla primavera e quindi benvenuto ai colori ed ai profumi che la natura ci dona con le piante. Non penso che ci sia qualcuno che non ami portare queste sensazioni all’interno della propria casa e quindi siamo qui per suggerirvi quale pianta acquistare.


DA NON PERDERE:

    No feed items found.


La pianta della Gerbera

Stiamo parlando di acquistare una specie di fiore dai colori meravigliosi e che porteranno gioia e soddisfazione. Non preoccupatevi se pensate di non essere in grado a gestirla perché vi spiegheremo come ottenere il migliore risultato. Stiamo parlando di acquistare una gerbera.

Descrizione

La gerbera è un fiore delicato e potrebbe capitare di vederla in fin di vita. Oggi vi spieghiamo come intervenire. Prima di tutto ricordiamo che è un fiore impegnativo e che ha bisogno di molta cura ed è sicuramente cosa ben fatta tenerla all’esterno ma in un luogo non esposto ai raggi solari. In natura queste piante generalmente sono all’ombra di altri arbusti proprio perché patiscono l’esposizione solare. Crescono sicuramente meglio durante l’estate ed è assolutamente vietato tenerle sotto i 5 ° pena la morte della pianta. Obbligatorio è il rinvaso da effettuare solo in primavera.

Consigli e trucchi

Torniamo all’ipotesi che la nostra gerbera se la passi veramente male e vediamo cosa fare. Innanzitutto osserviamolo e se per qualche ragione vediamo che le foglie sono secche sulle punte e sulla base controlliamo immediatamente se c’è della muffa. Se c’è, in questo caso già sappiamo che c’è un eccesso di umidità.

Come dicevamo è una pianta difficile e quindi l’innaffiatura è molto molto importante e deve essere fatta regolarmente ma in modo equilibrato ed il terreno non deve mai essere troppo umido e non si devono creare ristagni, perché questa situazione porta del marciume nella zona del colletto.

Interveniamo con un anti fungo medicinale e per prevenirle questo danno, effettuiamo il drenaggio della pianta regolarmente. Altra attenzione dovuta è sul terriccio. Se vediamo che l’umidità è eccessiva e si creano problematici ristagni di acqua, interveniamo con del materiale secco a bilanciare e ottimo sarebbe sabbia o torba. Ora vi abbiamo dato gli strumenti per intervenire nel caso questa meravigliosa pianta sia in pericolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *